Guida allo sviluppo di applicazioni Android : Lezione 1

In questa guida vedremo cosa e come installare tutto l’occorrente per essere in grado di sviluppare applicazioni Android.

Android-Developers

Le applicazioni Android sono scritte in linguaggio JAVA e l’interfaccia grafica ( UI ) in formato XML. Vediamo ora quindi tutto l’occorrente di cui avremo bisogno per creare un ambiente di sviluppo che ci permetta di realizzare i nostri progetti.

  • JDK ( Java Development Kit )
    Per prima cosa dovremo scaricare e installare Java, non quella che solitamente viene utilizzata per eseguire le nostre applicazioni preferite ( JRE ) ma la JDK. Questo kit contiene tutti gli strumenti per creare, monitorare ed eseguire il debug di qualsiasi applicazione Java.
    A questa pagina potremo trovare il link per il download disponibile ( attualmente la 1.7 update 51).
  • Eclipse (  IDE completo e gratuito )
    Eclipse è un IDE ( Integrate Development Enviroment ) cioè un software che permette ad un programmatore di sviluppare applicazioni semplificando le operazioni di scrittura del codice e di gestione dei progetti. Usando Eclipse da anni posso affermare che si tratta di un prodotto eccezionale, gratuito e personalizzabile attraverso tutti i plugin messi a disposizione dalla comunità.
    La versione attuale è la 4.3.1, nome in codice Kepler disponibile per ogni sistema operativo al seguente indirizzo.
  • Android SDK
    Come succede per Java anche Android dispone di una SDK che contiene tutti gli strumenti per sviluppare le nostre applicazioni Android. Viene sempre consigliato in fase di sviluppo di utilizzare la versione più aggiornata dell’SDK per poter così usufruire di tutte le nuove funzionalità messe a disposizione. Troviamo il link per il download a questo indirizzo, cliccando in basso sul link “DOWNLOAD FOR OTHER PLATFORMS” scorrendo fino in fondo.
  • ADT Plugin
    L’ADT contiene tutte le librerie necessarie per lo sviluppo delle applicazioni Android e serve per fare in modo che Eclipse riesca ad utilizzarle. In questo caso non dovremo scaricare niente manualmente ma vedremo in seguito come farlo fare ad Eclipse al posto nostro in modo sempli ed automatico.

A questo punto possiamo iniziare ad installare tutto quello che ci servirà per iniziare il nostro sviluppo di applicazioni Android.

Per prima cosa sarà sufficiente lanciare l’installer di Java che dopo pochi minuti terminerà senza impegnare l’utente in una installazione complicata ( basterà accettare la licenza e proseguire quando sarà richiesto ).

Per quanto riguarda Eclipse in questo caso le cose saranno ancora più semplici perchè quello che avremo scaricato non è una installazione ma un semplice archivio ( zip o tar.gz ) che andremo a scompattare dove desideriamo.

A questo punto dovremo pensare alla SDK di Android. Nel caso di utenti windows che non hanno scaricato la versione con l’installer sarà necessario scompattare l’archivio e lanciare il file “Setup.exe” mentre nel caso di utenti Unix dovremo lanciare il file android contenuto nella cartella tools. Ora verrà proposta una schermata che alla voce “Avaible Packages” visualizzerà una lista di SDK e API da scegliere, si ma quali? In questo caso dipende dalle specifiche delle applicazioni che volete creare ( per Android 4.3 piuttosto che 4.4 ad esempio ) ma il mio consiglio è quello di installare tutto quello che vedete per 2 semplici motivi:

  1. potremo sviluppare applicazioni per Android 4.4 ma allo stesso tempo poterle testare per versioni precedenti e ampliare così la compatibilità su dispositivi che non sono ancora aggiornati all’ultima versione.
  2. un novello programmatore che non è ancora pratico nello sviluppo avrà subito a disposizione tutto quello che gli serve senza dover ripetere successivamente l’installazione di tutte le SDK o API mancanti che in un primo momento non gli sembravano importanti.

Terminata l’installazione che richiederà alcuni minuti potremo trovare tutto quello che abbiamo selezinato nella sezione “Installed Packages“.

Rimane ora solo l’installazione del plugin ADT. Per fare questo dovremo avviare Eclipse e una volta visualizzata la finestra principale clicchiamo sul menu Help e selezioniamo la voce Install New Software… Ci verrà proposta la finestra per l’installazione dei plugin dell’IDE e a questo punto clicchiamo sul pulsante Add… in alto a destra. Qui dovremo inserire nel campo Name il valore “ADT Plugin” e nel campo Location  il valore “https://dl-ssl.google.com/android/eclipse/” entrambi senza le virgolette. Diamo l’ok e verifichiamo che nel campo Work with sia selezionata la voce che abbiamo appena inserito altrimenti potremo cercarla aprendo il menu a tendina del campo di testo.

A questo punto verranno caricati nella tabella sottostante tutti i componenti del plugin che basterà selezionare per poterli installare continuando a cliccare su Next nei vari passaggi proposti finchè non si arriverà alla fine. Accettiamo il popup che ci chiede di riavviare Eclipse per attivare il plugin ed il gioco è fatto.

Ora disponiamo di un ambiente di sviluppo completo per poter realizzare le nostre applicazioni Android. Nelle guide seguenti vedremo come creare un nuovo progetto, capirne tutte le componenti e realizzare alcune App di prova per prendere confidenza.

Prima di iniziare tutto ciò sarebbe opportuno comunque capire come funziona il framework. Ecco alcune fonti per approfondire le vostre conoscenze:

1 commento

RSS Feed
  1. Pingback: MobileOS – Il sito dedicato al mondo mobile Guida allo sviluppo di applicazioni Android : Lezione 2 » MobileOS - Il sito dedicato al mondo mobile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *