Microsoft Office per iPad arriverà per l’estate? Secondo ZDNET sì

Microsoft Office potrà essere usato anche su iPad, la notizia è stata fornita da Zdnet che ha spiegato anche il motivo strategico di tale scelta. La versione Microsoft Office per iPad si chiamerà Gemini e supporterà i seguenti programmi: Word, Excel, PowerPoint e OneNote.

Mary Jo Foley di ZDNET spiega che Microsoft vuole allargare il bacino di utenza per il suo programma di editing storico, Microsoft Office e per questo sta pensando ad una suite specifica da rilasciare per altre piattaforme e dispositivi mobile, si parla prima di tutto di Apple, quindi Microsoft Office per iPad,  ma non sono esclusi anche i prodotti che usano piattaforma Google Android.

L’amministratore delegato di Microsoft Steve Ballmer aveva lanciato l’idea di rilasciare una versione ufficiale e ottimizzata per il sistema touch dei tablet con installato sistema operativo Windows e una versione speciale di Microsoft Office per l’iPad, sempre ottimizzato per la funzionalità touchscreen. L’arrivo è previsto per l’estate 2014.

Microsoft Office è sempre uno dei primi programmi di scrittura digitale che si comincia ad usare e quindi molti rimangono affezionati al sistema di scrittura Word. Nel passaggio ad Apple si cerca sempre una versione di Microsoft Office iPad o iMac, le suite finora presenti in rete non sono ufficiali ma sono programmi che hanno riadattato le funzionalità di Microsoft Office per i sistemi Apple.

Secondo Mary Jo Foley in contatto con elementi interni a Microsoft, si sta studiando il modo di rendere disponibile la suite Microsoft Office per iPad, l’insieme di programmi in effetti è già stata resa disponibile per iPhone e si sta pensando di usare lo stesso sistema di sottoscrizione tramite Office 365 per creare un collegamento con il sistema  SkyDrive per il salvataggio dei file creati. Infatti, va bene accontentare la richiesta dei prodotti Microsoft Office per iPad ma si deve come minimo preservare a livello commerciale e competitivo il sistema di prodotti e piattaforma Microsoft.

Come avevamo spiegato nel precedente articolo, l’integrazione tra le piattaforme e i device diventa una necessità per rispondere alle più svariate richieste della clientela che sceglie il prodotto ed è sempre il risultato finale di una serie di strategie di commercio e concorrenza dove non è concesso scendere dallo scalino della competitività.

Fonte ZDNET

2 commenti

RSS Feed
  1. Pingback: MobileOS Micrisoft OneDrive, da oggi il cloud Sky cambia nome e aggiunge GB

  2. Pingback: MobileOS Presentazione Galaxy Gear 2 Neo con SO Tizen: la conferma di Samsung

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *