Windows 8.1: Microsoft è disposta a tutto, quanto costeranno i tablet?

Microsoft incentiva la produzione di device Windows 8.1 a basso costo con un taglio del 70% sulla licenza preinstallata sui tablet ultraeconomici. Oltre all’acquirente ad essere favorito è il produttore che segue le regole stabilite da Microsoft per usufruire dello sconto e dell’incentivo economico.

Per il rilancio delle vendite device Microsoft è disposta a tutto pur di mantenere la quota di mercato e non scendere rispetto ai competitor Google, Apple e Samsung. Il taglio dei costi del 70% avviene con una dinamica produttiva: Microsoft incentiva i produttori a creare dispositivi ad un costo inferiore ai 250 dollari, la licenza Windows 8.1 costerà 15 dollari invece che 50. E’ un modo per onorare la piccola quota di vendite raggiunte con Windows 8: ben oltre 200 milioni di licenze Windows acquistate da quando è stato messo in vendita il programma (ottobre 2012). Non è un grande risultato rispetto alle versioni precedenti W.7 e Vista.

Windows 8.1

La concorrenza dei prodotti Choromebook, Samsung e Apple è spietata, soprattutto bisogna affrontare il boom di tablet a basso prezzo che supportano Android e il taglio del costo della licenza Windosw 8.1 è fuzionale a questa dinamica di concorrenziale.

L’abbassamento del costo dei tablet con Windows 8.1 avviene con una dinamica di produzione, Microsoft sta incentivando i produttori a costruire tavolette a basso prezzo per il pubblico, sui device con un costo inferiore ai 300 dollari si pagherà una licenza di 15 dollari invece che 50, significa che al costruttore rimarranno 35 dollari per ogni tablet con Windows 8.1 venduto. Lo sconto si applica a tutti i prodotti che soddisfano il limite di prezzo.

Le offerte costo di Apple e Google hanno provocato un calo di entrate nell’ultimo triemestre per Microsoft, il numero di ordini per le licenze Windows 8.1 non soddisfa le aspettative di Satya Nadella da poco diventato Chief Executive Officer. L’incentivo ai produttori per la costruzione di device con Windows 8.1 di basso costo deve permettere a Microsoft di raggiungere la quota vendite di 80 miliardi dollari per il mercato Tablet. E’ il limite da cui non bisogna scendere a confronto della corsa di Google con il suo sistema operativo e i suoi Chromebooks in testa anche ai dispositivi Apple.

Ma l’abbassamento del costo per Windows 8.1 può incidere sulla qualità e le aspettative di prodotto della clientela? Perché Microsoft non ha posto limiti qualitativi ai produttori, si può installare Windows 8.1 anche su dispositivi non compatibili con touchscreen ad esempio, l’importante è che venga riportata la certificazione del logo Windows.

Fonte Bloomerang

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *