Apache Cordova: sviluppare applicazioni per dispositivi mobili usando linguaggi web – Lezione 1

Apache Cordova: Immaginate che vi venga commissionato lo sviluppo di un’applicazione per Android, voi iniziate a scrivere codice, configurate il vostro IDE e le librerie, fate debug test e quant’altro e poi la consegnate.  Quando consegnate l’app al vostro committente, quest’ultimo vi dice che per far fronte a determinate esigenze la stessa app deve essere realizzata anche per iOS. Quindi si ricomincia, IDE, librerie , codice, debug, emulatori, test ecc… Ovvero altro tempo sprecato per sviluppare un’applicazione  identica ad una che già avevamo scritto in un altro linguaggio. E giù con le imprecazioni!!!

In realtà esiste un modo per realizzare applicazioni per diverse piattaforme usando lo stesso codice sorgente, e risponde al nome di Apache Cordova.

Apache_Cordova1

Cordova è un framework che ci permette di scrivere applicativi  utilizzando la famosa e moderna “combo”  HTML5 /  CSS / Javascript e poi generare l’applicazione per la piattaforma che vogliamo (apk per Android, ipa per iOS ecc..). In pratica possiamo considerare (non proprio a ragione, soltanto come esempio) Cordova come una sorta di browser in cui verrà fatto girare il nostro applicativo scritto in sorgenti web. Ovviemente non è un browser così come lo è Firefox o Chrome, non ha una sua interfaccia se non quella dell’applicazione vera e propria, non ha una barra degli indirizzi e non è permesso lo zoom della pagina; tutto ciò per rendere il nostro applicativo più simile ad un’applicazione scritta in codice nativo. In più è possibile, in fase di configurazione del framework, ottenere la grafica e il layout delle nostre applicazioni uguali a quelle delle applicazioni native, pensiamo un attimo al particolare “look” delle applicazioni iOS, questo si potrà  generare automaticamente con poche righe di codice.

slide2

Cordova supporta numerose piattaforme, non solo iOS e Android, come si può vedere dal sito ufficiale, Cordova può essere usato per sviluppare applicazioni per numerosissime piattaforme quali:

  • Amazon FireOS;
  • Android;
  • Blackberry;
  • Firefox OS (che in realtà supporta nativamente le applicazioni scritte in linguaggi web, ma il supporto è stato esteso comunque per consentire e facilitare il porting di applicazioni verso questa nuova piattaforma);
  • iOS;
  • Ubuntu;
  • Windows Phone 7;
  • Windows Phone 8;
  • Windows 8;
  • Tizen;

Cordova inoltre mette a disposizione numerosi strumenti per accedere alle features del dispositivo su cui utilizzeremo l’app, come l’accesso alla rubrica, la geolocalizzazione, la fotocamera ecc…

Ancora dubbi sull’utilità di questo framework? Forse sapere che numerose aziende del calibro di ebay wikipedia e amazon sono già passate a questa nuova tecnologia per le loro app per mobile ti renderà più interessato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *