Chiamate gratuite iPhone: Freedompop e strategie telefonate low cost

Chiamate gratuite iPhone. FreedomPop è un provider di servizi internet e comunicazione digitale molto importante, fondato nel 2011 offre piani premium e di vendita per dispositivi e oggi presenta un interessante piano di vendita per il modello top di Apple iPhone 5.

FreedomPop ha rilasciato una nuovo piano di offerte e un’applicazione iOS che consente di effettuare chiamate gratuite con iPhone e inviare testi e caselle vocali per i dispositivi Apple.

Il servizio chiamate gratuite con iPhone viene presentato con questo motto: il primo iPhone 5 con conversazione gratuita e invio di testi e dati, nessun contratto e nessun espediente. In realtà, osservando lo schema pubblicato da Zdnet vediamo come funziona il servizio collegato all’acquisto dell’iPhone 5 o altri modelli citati e compatibili tramite canale FreedomPop.

Il piano gratuito di FreedomPop include solo 200 minuti voce, 500 testi e 500 MB di dati navigazione al mese. I piani sono distribuiti in base alla posizione, quindi è necessario inserire il codice di avviamento postale. L’opzione FreedomPop Illimitato mensile e annuale ha dei costi che variano, se si acquista l’iPhone 5 è di 5 dollari mensili, mentre se già si possiedono i modelli iPhone 4/4S o 5 si ha un piano di costo per l’illimitato annuale di 6.67 dollari.

Logicamente FreedomPop offre servizi soprattutto per la zona statunitense e nordamericana, è interessante però notare l’evoluzione della telefonia di basso costo che mette in campo collabarazione e partenariati interessanti tra le grandi aziende produttrici device e le compagnie che offrono i servizi di telefonia e wifi. In fondo, tra i personaggi che hanno sostenuto la nascita di FreedomPop troviamo Niklas Zennstrom, il co-fondatore di Skype. Alla base di questa evoluzione dobbiamo considerare lo sviluppo di reti di navigazione web sempre più potenti che consentono agli utenti di usare servizi gratuiti di comunicazione come Skype, Vibar o anche lo stesso Talk di Google.

 

Fonti: ZDnet e FreedomPop

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *