Come assegnare funzioni diverse ai tasti su Android

Sarà successo a tutti che un vostro tasto fisico o touch si sia usurato col tempo e abbia smesso di funzionare, magari proprio quando la vostra garanzia era appena scaduta. Nessun dramma… Con questa guida vi insegneremo come assegnare funzioni diverse ai tasti, che questi siano fisici o sensibili, in modo da poter eseguire quel dato comando che è stato perduto attraverso un altro pulsante “sostitutivo”. In questo modo potrete risparmiare molto più di qualche decina di euro!

softkeys-520x344

Vediamo allora come rimappare (così si dice) un tasto che non usiamo spesso, con quello che è stato usurato.

Ci sono due metodi principali da poter seguire:
1) accedendo manualmente alla “radice” del dispositivo, modificando il file di sistema con all’interno le informazioni dei vari tasti;
2) utilizzando un’applicazione che lavorerà per noi, automaticamente.

Attenzione:
in qualsiasi caso abbiamo bisogno dei permessi di amministrazione o ROOT, così come sarà necessario utilizzare l’app Button Remapper che, essendo ancora in fase beta, può presentare qualche instabilità.
Per questi motivi ogni manovra sbagliata potrebbe danneggiare definitivamente il vostro dispositivo: CON QUESTA GUIDA NON CI ASSUMIAMO NESSUNA RESPONSABILITA’ SU EVENTUALI DANNI AI VOSTRI SMARTPHONE, AVENDO SCOPO PURAMENTE DIMOSTRATIVO.
Se questo non vi fosse consentito eseguire il root, appunto per il problema della mancanza di alcuni tasti, potete sempre simulare un pulsante fisico grazie ad uno virtuale sullo schermo, con “Button Savior”.

Passiamo alla pratica… Per prima cosa vediamo il primo metodo per i più esperti e “smanettoni”, altrimenti saltate alla seconda parte!
Scaricate dal market ES Gestore File in modo da poter entrare all’interno delle directory deo vostro terminale. Ci servirà anche il cavetto USB del dispositivo (o in alternativa un adattatore micro SD-USB).

ES Gestore File
Developer: ES Global
Price: Free

1) Avviate ES Gestore File, premete MENU e quindi andate su Impostazioni > spuntate “Vai alla radice”, “Sfoglia come root” e “Monta File System”;
2) Premete BACK e vi troverete nella radice del device: seguiamo \system\usr\keylayout\ > tenete premuto sul file thunder_keypad.kl e selezionate “copia” sulla finestra appena visualizzata;
3) tornate indietro alla radice ed accedete alla cartella sdcard. , dunque incollate il file prima copiato in questa cartella premendo sul bottone Incolla in alto;
4) chiuso ES gestore file , col cavo USB accedete ai file della micro SD e apportate le giuste modifiche:

Copiate il file thunder_keypad.kl su una directory del PC (create per sicurezza una copia del file da usare in caso di eventuali problemi). Aprite il file con un gestore di note (consigliassimo è Notepad++) e sostituite le funzioni in base alle vostre esigenze (per esempio, andremo a cercare tutte le righe BACK della terza colonna sostituendole con SEARCH e viceversa, se voglio invertire queste due funzioni).

Salvate ora il file modificato e copiatelo sulla micro SD, sostituendo il vecchio col nuovo.
Utilizzando “ES gestore file” copiate il file thunder_keypad.kl modificato, recandovi poi nella directory \system\usr\keylayout\ ed incollatelo, andando a sostituire l’originale.

Tenete premuto sul file e cliccate su Proprietà per assicurarvi che i permessi siano rw- r– r–
(altrimenti andate su Cambia ed abilitate la lettura a Proprietario, Gruppo e Altro, mentre la scrittura rendetela possibile solamente a Proprietario).
Riavviate quindi il dispositivo per completare definitivamente il rimapp dei tasti!

 

Per i meno esperti, dicevamo, possiamo fare con l’app Button Remapper .

Non la troverete all’interno del market ma sarà possibile scaricarla dal link del download al topic ufficiale dello sviluppatore, essendo ancora in fase BETA.

Installata l’applicazione, avviata, e concessi i permessi di amministrazione, visualizzerete il contenuto del file con le chiavi dei vari tasti e le loro funzioni del vostro sistema: selezionato il pulsante da cambiare, vi si aprirà una finestra dalla quale selezionare la nuova funzione che volete attribuirgli.
Infine tappate su Ok e poi su Apply , confermando le modifiche.
Potrete sempre tornare alle impostazioni predefinite attraverso il “restore” dell’app.

Riavviate il device per rendere effettive le modifiche per ultimare il remapp!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *