Sviluppare applicazioni mobili con Apache Cordova: Panoramica su CSS3 – Lezione 3

Panoramica su CSS3: Bentornati al nostro appuntamento con la guida sulla programmazione Apache Cordova, come detto nelle scorse lezioni, Cordova è un framework che permette di usare linguaggi web nell’ambito della programmazione per dispositivi mobili, avendo già visto nello scorso articolo una panoramica sull’HTML5, oggi vediamo come stilizzare i nostri documenti HTML5, ovvero facciamo una breve panoramica sulla terza versione della tecnologia CSS, ovvero i famigerati CSS3 (Javascript non sarà trattato in queste guide per scelta dell’autore, è un linguaggio molto particolare e chi non lo conosce potrebbe soltanto confondersi le idee, in rete c’è tanto buon materiale sull’argomento).

Apache_Cordova1

Ma veniamo a noi, CSS3 è una tecnologia, anch’essa come HTML5 in fase di sviluppo, nata appunto per completare nel migliore dei modi lo standard HTML5, che come già detto, permette una ancor più netta separazione tra stile e contenuto delle nostre pagine. CSS3 implementa moltissime nuove funzionalità rispetto ai suoi predecessori, basti pensare che da adesso con CSS3 possiamo usare  font non standard per le nostre applicazioni, possiamo anche dare effetti grafici molto più accattivanti, e tanto altro ancora. Anche la modalità di accesso agli elementi del DOM è stata molto migliorata, ora infatti si potranno settare proprietà per tutti i selettori figli di un certo selettore.

css3logo

Con CSS3 inoltre sono state aggiornate ed estese tutte le proprietà di pagina delle vecchie specifiche; è stato inoltre cambiato il modo di interpretare il layout di una pagina (multi-column layout) e, cosa fondamentale sono state introdotte le famigerate media-queries; che permettono a questo nuovo standard di acquisire parametri come dimensione e risoluzione dello schermo, in modo da adattare il layout a questi valori, dando vita alle moderne pratiche di responsive design. Se questo articolo vi ha colpito particolarmente e volete saperne di più su CSS3 e sullo stato dello standard potete visitare la (immancabile) pagina ufficiale del W3C a questo indirizzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *