Trasformano uno smartphone in apparecchio acustico: ecco la storia di quattro studenti ingegneri

E’ possibile trasformare uno smartphone in apparecchio acustico, strumento fondamentale delle persone audiolese (non udenti) per avere un minimo di percezione sonora. Una giovane startup argentina ci è riuscita e per aiutare uno dei compagni che non riusciva più a studiare a scuola.

L’applicazione si chiama uSound ed è disponibile nello Store di Android, in pratica trasforma i cellulari in apparecchio acustico, tramite le cuffiette raccoglie il suono. L’applicazione prevede anche il test radiometrico con la quale è possibile misurare il grado di frequenza del nostro udito. L’abbonamento annuale a Usound è di 30 dollari.

uSound (Hearing Assistant)
Developer: Newbrick S.A.
Price: Free+

 

L’applicazione è stata seguita da diverse realtà istituzionali pubbliche e private, la trasformazione di uno smartphone in apparecchio acustico ha suscitato l’attenzione degli imprenditori Wyar, della più grande azienda telefonica e servizi telefonici dell’Argentina e delle istituzioni mediche.

Se questo sistema di trasformazione di uno smartphone in apparecchio acustico funzione significa offrire un prodotto di qualità che permette agli audiolesi di risparmiare somme che superano i 1000 dollari per acquistare il famoso strumento che si applica dietro l’orecchio.

I programmatori che hanno dato vita a Usound sono quattro ed Ezechiele Escobar, dell’agenzia Efe, spiega che l’applicazione è stata creata quando un loro compagno ha deciso di lasciare la sua scuola per andare in una specifica per non udenti quando ha perso l’uso dell’udito.

In un anno i quattro giovani, oggi ufficialmente start up commerciale, hanno lavorato sui loro dispositivi mobile trasformandoli in apparecchi acustici per non udenti.

L’applicazione ha visto un lavoro di sei mesi per lo sviluppo e la sperimentazione, le principali istituzioni mediche hano testato il programma su 200 pazienti. Per il lancio commerciale di uSound, i giovani ingegneri sono stati seguiti da Wayra nella strategia di lancio, pubblicità e marketing del nuov strumento.

Fonte: iProfesional

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *