Apple Mac – Si punta molto sul computer nonostante la crisi

Apple Mac – L’azienda punta molto sul computer nonostante la crisi! Quando Apple presentò l’iPad, nel gennaio del 2010, la gente era molto scettica e si speculava che questo nuovo dispositivo non avrebbe mai avuto il successo aspettato. Con il passare dei mesi e degli anni, il tablet è diventato un dispositivo quasi indispensabile, un “must” e oggi, gli stessi che scendevano in piazza a fischiare l’iPad ora sono gli stessi che gridano ai quattro venti la fine del PC!

 

Apple Mac - Si punta molto sul computer nonostante la crisi

 

A gennaio di quest’anno Sony ha annunciato la vendita della sua divisione VAIO. I giapponesi si sono dunque arresi al mercato del PC per dedicarsi totalmente al mercato dei dispositivi mobili. Anche gli statunitensi non se la passano bene, Dell è in crisi e i tempi in cui sputavano sentenze ad  Apple dicendo frasi come “dovete chiudere e ridare i soldi ai vostri investitori” sono finiti. Ora frasi del genere starebbero benissimo rivolte a loro. Persino HP è in crisi e sarebbe davvero il caso di dire che il mercato del PC è finito, c’è davvero tanta competenza e davvero pochi acquirenti. Anche Apple non è estranea a questo momento di crisi e nonostante la controtendenza rispetto al mercato (vedi immagine), l’azienda non riesce a decollare nel mercato, forse anche colpa dei prezzi alti.

 

650_1000_01_yoy_mac_vs_industry_growth

 

Nonostante questo, Apple è del parere che un iPad non potrebbe mai e poi mai sostituire un PC, e purtroppo per molti ha ragione. Molti sono del parere che Apple si debba arrendere come ha fatto Sony e concentrare le energie solo in iPhone e iPad, che sono questi i dispositivi del futuro, mentre che il Mac rappresenta il passato! Nonostante ciò, Apple fa orecchie sorde e continua per il suo sentiero. Anzi c’è da ricalcare che Apple, nonostante i dati di vendita internazionali dei PC, non si è mai fermata e negli ultimi quattro anni è stata al top per la vendita dei computer con questi computer:

  • I MacBook Air del 2010, che hanno inaugurato il mercato degli ultrabooks;
  • I MacBook Pro con display retina del 2012, che garantisce potenza, comodità una batteria più potente e uno schermo di altissima definizione;
  • l’iMac più sottile e potente, visto nel 2012;
  • Il Mac Pro ridefinisce il concetto di computer professionale, che si è presentato al WWDC 2013.

Cosa avrà in mente Apple per il 2014? Nello scorso WWDC 2014, non si è vista nemmeno l’ombra di un nuovo hardware ma abbiamo visto un nuovo sistema operativo: OS X Yosemite. Questa conferenza aveva un po’ anche il compito di fare interagire il più possibile il Mac con i dispositivi iOS. Non qualcosa stile windows 8, perchè non sarebbe lo stile di Apple complicarci il lavoro e la vita.

FONTE

Se vuoi sapere qualcosa in più sui Mac e sul sistema operativo, puoi leggere anche questi articoli:

Se sei un utente Windows ma ti piacerebbe passare a Mac, ti consigliamo di leggere questo articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *