Google I/O: perché scrivere testi Word in QuickOffice rappresenta una innovazione?

Scrivere testi Word in QuickOffice da adesso sarà possibile grazie alle innovazioni presentate alla conferenza degli sviluppatori Google i/o, l’evento è stato occasione per parlare anche di produttività e a tale proposito è stata presentata l’importante rivoluzione apportata al sistema Google Drive e Docs. QuickOffice è un insieme di applicazioni mobile per l’elaborazione di testi, notes, file PPT e schemi Excel.

Scrivere testi Word in QuickOffice o elaborare qualsiasi altro file di Microsoft Office nel sistema Google senza troppi passaggi rappresenta una vera e propria svolta per chi usa entrambi i sistemi Microsoft/Google. Prima purtroppo non era così e vi spieghiamo meglio la differenza. Prima i file elaborati con la suite specifica di Microsoft Office, sia in modalità Desktop che Mobile, per essere letti ed elaborati nel sistema Google Docs/Drive e QuickOffice, dovevano essere traformati o salvati in forme compatibili al programma.

google-quickoffice

Da adesso questo passaggio non sarà necessario ed è stato ben spiegato durante gli interventi di Google i/o. La modalità di lavoro online e offline mobile, quindi significa fuori da un ufficio, per strada, sul treno o in qualsiasi altro contesto è diventata fondamentale e anche un nuovo stile di produttività.

Scrivere testi Word in QuickOffice adesso sarà possibile sia all’interno del browser Google Chrome sia all’interno dei sistema operativo Google Android che permette di scaricare l’apposita suite di produttività QuickOffice. Google ha acquisito QuickOffice da ben due anni  e gli sviluppatori hanno affermato che è stato un lungo lavoro realizzare l’integrazione file di Microsoft Office, un’integrazione che però si rende necessaria per diversi motivi.

Innanzitutto Microsoft Office è ancora il programma maggiormente utilizzato da professionisti, aziende e studenti. Queste categorie ricercano sempre delle applicazioni specifiche per scrivere testi Word in QuickOffice oppure per elaborare testi Word all’interno del sistema Android dato che all’interno della suite Google Doc non era possibile se non con sistemi di conversioni file non sempre semplici e quasi impossibili da tablet.

L’altra grande rivoluzione riguarda la possibilità di elaborazione file Office in QuickOffice nella modalità Offline, quindi senza la necessità di essere collegati alla rete. questa rivoluzione riprende il lavoro che Google sta facendo sui suoi grandi prodotti come Google Maps e Now adesso fruibili per alcuni servizi fondamentali anche in modalità offline.

QuickOffice rimane sempre una suite per il lavoro mobile e questo deve essere possibilmente svolto anche dove non c’è connessione web, anche per risparmiare i GB per chi usa abbonamenti con chiavetta. Se questa innovazione sarà al meglio ottimizzata anche i tablet potranno diventare comodi e utili strumenti di lavoro esattamente come i Notebook e i netbook che rappresentano la penultima generaziione del lavoro in modalità digitale e informatica.

Fonte: KD e DT 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *