Motorola Moto 360 VS LG G Watch: Smartwatch Confronto Video

Motorola Moto 360 VS LG G Watch: Smartwatch in confronto videoTra presentazioni e anteprime pubblicate su Youtube, come utenti abbiamo la possibilità di fare interessanti osservazioni sui nuovi dispositivi wereable, gli smartwatch.

Vi mostriamo a proposito i due seguenti video e dopo la visione proviamo a trarre qualche conclusione. Per il nostro smartwatch confronto video scegliamo i due nuovissimi modelli, il Motorola Moto 360 e l’LG G Watch. Buona visione!

Motorola Moto 360 VS LG G Watch

Funzionalità e semplicità sono le due parole chiave di questa sfida “Motorola Moto 360 VS LG G Watch”. Come possiamo vedere abbiamo due modelli Android a confronto, vediamo il nuovo sistema Wear da poco presentato e specializzato per i dispositivi indossabili.

Come è possibile avere la stessa comodità di lettura di un cellulare smartphone su uno schermo piccolo di un orologio? Sia Motorola Moto 360 che LG G Watch permettono di inviare messaggi, telefonare, navigare in Internet e connettersi con i dispositivi classici attraverso sistema bluetooth e cloud. La risposta al quesito è buona grafica dell’interfaccia e sensibilità touch elevata.

Bisogna dire che sia i designer che i sistemisti grafici hanno fatto un buon lavoro sullo schema di lettura e visibilità dei due dispositivi. Sia nello schermo tondo che quadrato del Motorola Moto 360 che dell’LG G Watch vediamo parole, immagini, layout e funzioni ben ordinati, visibili e fruibili senza combinare errori, tenendo conto che il Motorola Moto 360 ha anche il controllo touch laterale.

relojes-inteligentes-1905947w645

Questo confronto Motorola Moto 360 VS LG G Watch, però, rivela anche un’altra cosa, la flessibilità di utilizzo di questi dispositivi, il messaggio che cercano di far arrivare è che siano degli strumenti che diventeranno permanenti nelle nostre quotidianità esattamente come lo è stato il cellulare e ora lo smartphone. Ci possiamo quasi immaginare un’evoluzione iconica: Telefono e macchina da scrivere, Personal computer e cellulare, Notebook e smartphone, Tablet/ultrabook e smarwatch. Magari non sarà proprio così lineare lo sviluppo però il percorso tecnologico di innovazione e miniutarizzazione degli strumenti rende quasi inevitabile questo immaginario.

Torniamo alla capacità touchscreen, entrambi i dispositivi mostrati in questa sfida si eguagliano nella capacità di risposta al tocco e alla  voce. La nuova capacità costruttiva che rende possibile tale rapidità e funzione deriva dall’applicazione sotto i due vetrini di un complesso sistema di sensori che permettonno un’alta sensibilità e controllo. Anche il miglioramento dei software interni contribuisce molto e nello specifico del  sistema vocale dobbiamo dire che i due smartwatch si avvantaggiano dei miglioramenti apportati ai dispositivi tradizionali con l’esigenza di migliorare il servizio Google Now.

Sui servizi che offrono entrambi i dispositivi che ricordiamo sono i Motorola Moto 360 e l’LG G Watch non possiamo dire molto perché non si differenziano di tanto, entrambi permettono di controllare la salute, le prestazioni sportive, cercare informazioni su meteo, eccetera. Al momento, da questo punto di vista, tutti i nuovi smartwatch presentati con Android Wear si presentano quindi simili nell’utilizzo e questo dipende in parte da una dinamica di concorrenza che porta le varie aziende a dotarsi di ciò che ha l’altra per competere sul mercato, dall’altra parte da una coesistenza di parnership con un sistema operativo, Android Wear, che si deve ancora mettere ufficialmente in gioco sul mercato e testarsi con le richieste, le critiche e il giudizio dei consumatori, la competitività con i prodotti concorrenziali di di Apple che lancerà presto il suo smartwatch basato su sistema iOS. Nel frattempo eccovi il video di ripasso sul Google Android Wear.

 
Fonte: 1 2

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *