Samsung Galaxy Note 4: ecco i benchmark di due versioni con SOC diversi

Samsung Galaxy Note 4: inizia l’attesa per il dispositivo di casa Samsung, il prossimo top di gamma che a quanto pare avrà una potenza davvero da vendere, anche se dobbiamo sperare che sarà ben sfruttata come lo è stato nel caso del Samsung Galaxy Note 3.

Samsung Galaxy Note 4

Riguardanti al Samsung Galaxy Note 4 sulla rete sono comparsi i primi benchmark di AnTuTu e ovviamente anche in questo caso Samsung a quanto pare lancerà due dispositivi diversi, ovvero, stesso smartphone ma con SOC completamente diversi.

Leggi anche: Samsung Galaxy Note 4 in arrivo?

Samsung Galaxy Note 4

A quanto pare uno di questi due Note sarà la versione più “pompata” con uno Snapdragon 805 che dovrebbe garantire prestazioni davvero eccellenti e una GPU Adreno 420 che offre una potenza che attualmente va al di fuori di ogni logica, in questo caso la sigla è SM-N910S.

Nel caso della versione “meno pompata”, quindi stiamo parlando di uno smartphone che al suo interno ha un SOC Exynos, quindi stiamo parlando di SOC che vengono prodotti da Samsung stessa abbiamo una configurazione un po’ diversa, di fatto ovviamente non troviamo lo Snapdragon 805 e la GPU Adreno 420, ma troviamo bensì un SOC Samsung Exynos 5433 octa-core con una GPU Mali T760, una scheda video davvero molto potente: in questo caso la sigla è SM-N910C.

Per quanto riguarda il resto della scheda tecnica è praticamente la stessa, di fatto dovremmo trovare un pannello per entrambi con una risoluzione da 2K, quindi stiamo parlando di 2560×1440 pixel.

Per quanto riguarda la memoria RAM abbiamo 3GB e 32GB di memoria ROM. Interessante la parte multimediale, infatti troviamo una fotocamera posteriore da 16 megapixel e una anteriore da 3,6, ovviamente entrambe si presuppongono che registrino video in 4k.

Come potete vedere dallo screenshots di AnTuTu òa versione di Android è già la 4.4.3, anche se proprio in queste ore c’è stato il roll-out di Android 4.4.4.

Quindi, anche in questo caso Samsung propone lo stesso telefono ma con un SOC diverso, ovviamente ognuno avrà i suoi pregi e suoi difetti.

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *