WWDC 2014 – Tim Cook si burla di Android durante il keynote

WWDC 2014 – Tim Cook si burla di Android durante il keynote. Presentando iOS 8, il CEO di Apple, Tim Cook, non ha voluto lasciarsi scappare l’opportunità di riferirsi ai recenti rumors che davano Android come il sistema operativo più sicuro di tutti, tirando fuori l’ironia che lo caratterizza da sempre.

WWDC 2014 - Tim Cook si burla di android durante il keynote

 

Tim Cook non è voluto passare inosservato e, oltre all’ironia ha tirato fuori numeri e diagrammi. Il keynote si è da sempre caratterizzato per essere un ì’incontro divertente con molte battute divertenti e scenette giocose, Quindi, dopo aver incitato Android a vincere “la sfida del malware”, Cook, ritornando serio, ha tirato fuori numeri e dati ed ha iniziato ad incrociarli tra di loro.

Per prima cosa, a pochi minuti dall’inizio del keynote, Tim Cook ha cominciato ad analizzare la frammentazione dei vari sistemi operativi. Da un lato il grafico a torta indicava che iOS 7, la versione più recente, è installata sull’89% dei dispositivi Apple, mentre che il sistema operativo Android 4.4 KitKat, il più recente,  è stato adottato solo dal 9% degli utenti android.

Inoltre, il CEO Apple, non ha voluto farla passare liscia ai “creatori” di questo rumor, e a loro ha voluto dire “il 99% dei malware è presente in Android”. Inoltre, non ancora contento, ha aggiunto che molti dei nuovi utenti sono “scappati”da Android proprio per motivo della sicurezza, e secondo lui questo fenomeno sarà in aumento nei prossimi anni.

Discussioni a parte, l’unica pecca che può avere Apple in questione di sicurezza, secondo i più grandi esperti, è quella che riguarda i commenti fasulli che troviamo sugli stores quando vogliamo acquistare una applicazione, ma questo problema lo troviamo anche nel Google Play Store.

In ogni caso, Apple si impone su Google, almeno per Tim Cook, sia dal punto di vista della frammentazione dei sistemi operativi sia dal punto di vista della sicurezza… e voi cosa ne pensate?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *