Facebook e WhatsApp, l’attenzione dell’UE su privacy e concorrenza sleale

L’unione Facebook e WhatsApp finisce nel mirino dell’Unione Europea, il Wall Street Journal ha riportato la notizia di un’indagine aperta dall’istituzione sulla famosa acquisizione da 19 miliardi di dollari e soprattutto sui suoi effetti sulla privacy.

L’unione di questi due colossi media, Facebook e WhatsApp, in una sola realtà infatti potrebbe portare ad un uso monopolistico dei dati utenti. Con un questionario inviato ai principali Social Media concorrenti, l’Unione Europea sta indagando.

Images of WhatsApp As Facebook Inc. Makes Acquisition For $19 Billion

Facebook e Watsapp si può definire l’acquisizione più in vista del momento e il motivo è legato al tema della privacy nei social media, Facebook proprio su questo argomento è visto negativamente per come è usato dai suoi amministratori e l’unione con Whatsapp, il nuovo spazio che era considerata l’alternativa etica al sistema Zuckerberg, non è stata ben presa sia da molti utenti e sia dagli esperti di diritti e social media.

Per capire l’impatto di tale acquisizione l’Unione Europea ha inviato un questionario ai concorrenti di Facebook, i social media Line, Telegram, WeChat, Viber eccetera.
Secondo sempre il Wall Street Journal infatti, l’Unione Europea vuole approfondire l’impatto dell’unione Facebook e WhatsApp sui concorrenti e scongiurare una situazione anticoncorrenziale  che sarebbe agevolata da una situazione di monopolio.

Anche negli Stati Uniti si è attivato lo stesso controllo ma su sollecitazioni degli avvocati statunitensi impegnati sul tema della privacy digitale. La Federal Trade Commission ha solo garantito un controllo stretto sul rispetto delle regole da parte dei due social  mmediauniti in una sola realtà. L’Unione Europea ha un approccio diverso anche perché da tempo aveva segnalato e controlla il comportamento ambiguo di alcuni colossi web nella raccolta dati utenti: Google e Facebook.

La strada che sta aprendo L’Unione Europea non è quindi solo di applicazione delle regole e dei sistemi di controllo, ma sta aprendo la strada ad una riformulazione delle regole in questa realtà di comunicazione virtuale e digitale che nella sua evoluzione rappresenta anche una dinamica rivoluzionaria sociale e umana dipendente principalmente dalle prese elettriche e dalle batterie ricaricabili…

fonte: WSJ

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *