Android L VS iOS 8: un confronto approfondito

Android L VS iOS 8: un confronto approfondito – Come sappiamo tutti, la rivalità tra Google Android e iOS di Apple, non si ferma mai e ogni giorno troviamo qualcuno che ci dice che un sistema operativo è meglio dell’altro e viceversa. Quest’oggi noi di mobileos.it affronteremo un confronto molto interessante proprio tra le future versioni del sistema operativo che ancora non sono disponibili per gli utenti ma solo per gli sviluppatori, ovvero Google Android L e iOS 8, entrambi disponibili a partire dal prossimo autunno.

Abbiamo quindi realizzato un interessante confronto tra le caratteristiche più importanti per i sistemi operativi di Google e di Apple. Qundi ecco Android L VS iOS 8 !

Schermata di blocco e Schermata Home

Iniziamo quindi il nostro confronto analizzando la schermata di blocco per entrambi i sistemi operativi. Nel caso di Google Android, notiamo cambi drastici. In primo luogo le notifiche, ora sono ben visibili e in centro, non c’è più bisogno di aprire il pannello notifiche per leggerle. Questo aspetto rende molto più accogliente Android ed è un aspetto palesemente ispirato da iOS. C’è da risaltare che in entrambi i casi l’accesso alle applicazioni dalla schermata di blocco è personalizzata e sopratutto immediata e che entrambi le soluzioni funzionano molto bene.

Quando si riceve una notifica su un dispositivo iOS, questo si illuminerà per molti secondi,permettendone così la lettura immediata. Non succederà la stessa cosa invece per un dispositivo Android. Un pregio di Android L è che, dalla schermata Home, c’è l’accesso alla funzione telefono. Entrambi i sistemi operativi permettono l’accesso diretto alla fotocamera.
L’utilizzo dei widgets, in Android L, nella schermata Home sono stati abbandonati. Qualcuno ne soffrirà, ma forse Google ha notato che l’utilizzo dei widgets non era intuitivo e forse si è presa un po’ di tempo per lavorarci meglio, per poi “restituire” agli utenti questa funzione. Ironicamente, iOS 8 permetterà l’uso dei widgets nel pannello notifiche, e questi saranno disponibile tirando giù la tendina dalla schermata di blocco. Entrando nella schermata Home, notiamo che la situazione è abbastanza familiare, infatti non ci sono cambi dalla versione KitKat. Stessa situazione anche per iOS che rimane fedele al suo aspetto minimalista.

Pannello di notifiche e pannello di controllo

Il pannello di notifiche è sicuramente una importante miglioria portata da Android L. Ora le notifiche sono ordinate per importanza e questa è una cosa molto interessante, quindi notifiche come messaggi e mail le troveremo all’inizio mentre notifiche di installazioni completate saranno spinte in basso. Il modo di visualizzare le notifiche per Apple invece rimarranno del tutto invariate. Ora vedremo anche le informazioni climatiche, i widgets installati e altre informazioni. Le notifiche saranno aggruppate per applicazioni, in un ordine che decideremo noi e potremmo cambiare dal menù di configurazione.

L Android include un menù Quick Controls totalmente ridisegnato ma il modo di aprirlo rimarrà indifferente. Nonostante ciò, Google ha optato per abbandonare lo swipe con due dita verso il basso, cosa che un po’ dispiace a molti. In ogni caso, il nuovo pannello di controllo, oltre ad essere più attraente è anche più funzionale. Il centro di controllo di iOS 8 rimarrà quasi lo stesso, accessibile da qualsiasi schermata, ci permette, come iOS 7, di aggiustare la luminosità, attivare il bluetooth e il wi-fi.

Tastiera e contatti

La tastiera ridisegnata inclusa in Android L è rapido e preciso. Funzionalmente parlando, la tastiera è sostanzialmente la stessa di quella della versione KitKat. È compatibile con la predizione delle parole, auto-correzione. Le emoticons sono presenti. Con iOS 8 vedremo finalmente le nuove tastiere che permetteranno la scrittura più rapida. C’è da risaltare che le tastiere, per quanto riguarda iOS, sono sviluppate da altri sviluppatori.

L’applicazione telefono in Android L ha un nuovo design fresco e sembra proprio che le cose sono cambiate per il meglio. I contatti preferiti sono organizzati in una lista più compatta e più evidente e facili da raggiungere con un solo pollice. Per quanto riguarda i dispositivi iOS la funzione telefono e quella dei contatti non è cambiata per nulla da iOS 7.

Cerca e comandi vocali

Android 4.4 ci ha permesso iniziare le ricerche e comandi con “OK, Google”, ora grazie all’aggiornamento per l’applicazione di ricerca e comandi con “OK, Google”, che funzione da qualsiasi schermata, anche quella di blocco.
Nella stessa maniera, Siri in iOS 8 ha ottenuto la capacità di rispondere in qualsiasi evenienza al comando vocale “Hey, Siri!”.
Entrambi i motori di ricerca integrati nei sistemi operativi sono funzionali e non occupano spazio prezioso nel display. In entrambi i casi potremmo usarlo per cercare in internet, nomi dei contatti, qualsiasi applicazione e qualsiasi file presente nel nostro dispositivo, Wikipedia e lo store di applicazioni.

Fotocamera e Galleria Immagini

L Android utilizza Google Camera come applicazione di default. In generale è una applicazione valida e facile da usare. I “fanatici” della fotografia non troveranni i comandi manuali di esposizione e ISO ma gli utenti comuni dovrebbero essere pienamente soddisfatti con i comandi integrati, come Eyefish, HDR e Panorama. iOS invece aumenta la qualità dei video e delle immagini, e le opzioni per registrare video con un temporizzatore incluso.
Le fotografie, sia in Android L sia in iOS 8, saranno visibili dalla applicazione Foto. In entrambi i casi l’editing delle immagini sarà facile ed intuitivo e gli album si organizzeranno per data.

Ovviamente le conclusioni finali aspettano ad ognuno di noi. Non vi staremmo a dire quale sistema operativo, tra iOS 8 e Android L sia il migliore, anche perchè, sia iOS 8 che Android L sono in fase beta. Sicuramente in entrambi i casi, vedremo numerosi cambi, anche drastici, prima di riuscire ad arrivare alla fase finale che verrà rilasciata a tutti in autunno. In ogni caso, i numerosi cambi e miglioramenti visti sia in iOS sia in Android entusiasmano a tutti.

L Android porterà cambi sopratutto legati al restyling del disegno, qualcosa che ha assimilato da Apple. E nello stessa maniera Apple si è “ispirata” ad Android per migliorare molte sue funzioni. Per concludere diciamo solo che non vediamo l’ora che vengano rilasciati entrambi gli aggiornamenti per poter sfruttare al meglio il nostro dispositivo iOS o Android.
Entrambi i sistemi operativi saranno disponibili a partire dal prossimo autunno. Se proprio non vedi l’ora di provare iOS 8 e/o Android L ti consogliamo di leggere i seguenti tutorial:
FONTE

4 commenti

RSS Feed

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *