Apple iPhone 6 VS Lg G2 Mini VS Moto X: Foto e Confronto Dimensionale

Apple iPhone 6 VS Lg G2 Mini VS Moto X: Le notizie sul prossimo dispositivo della casa di Cupertino sono sempre più insistenti e ormai si susseguono proponendo le famose due versioni del melafonino, con schermi da 4.7 pollici e 5.5.

Ci siamo occupati già di un video che ci faceva vedere le differenze tra il nuovo dispositivo di casa Apple e il famoso phablet della casa coreana: il Samsung Galaxy Note 3, trovate in questo articolo il discorso al quale stiamo facendo riferimento => Apple iPhone 6 da 5.5 e 4.7 pollici VS Samsung Galaxy Note 3: eccoli in un video confronto

In questo articolo andremo a fare un confronto dimensionale tra l’ iPhone 6 da 4.7 pollici, l’Lg G2 Mini e il Moto X, tutti dispositivi che hanno schermi non particolarmente grandi e che dovrebbero avere la stessa dimensione del pannello montato sul nuovo iPhone, questo proprio per cercare proprio di capire le differenze in scala tra questi smartphone per renderci conto di quale possa essere l’effettiva grandezza del prossimo dispositivo di casa Apple.

Apple iPhone 6 VS Lg G2 Mini VS Moto X

Dalla foto che vi abbiamo mostrato possiamo vedere come il nuovo iPhone 6, nonostante tutti e tre gli smartphone dovrebbero avere la stessa dimensione del display, se verrà confermato il 4,7″ per il nuovo iPhone, il terminale della casa di Cupertino sembra avere un’altezza superiore rispetto agli altri due e una larghezza sicuramente inferiore.

Dobbiamo anche osservare il fatto, però, che la filosofia della casa americana fino a qualche tempo fa era di dover utilizzare lo smartphone con una sola mano, quindi risulta essere davvero un cambio di rotta il dover usare un iPhone con due mani e soprattutto con delle dimensioni addirittura superiori rispetto ai diretti concorrenti che montano un display del tutto simile.

Leggi Anche => Come Installare iOS 8 Beta su iPhone e iPad (anche se non sei registrato come sviluppatore)

Se vuoi conoscere quali sono le altre novità che troverai su iOS 8, ti interesseranno anche questi articoli:

 

fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *