Google Project Zero: il team dalla mente aperta per la sicurezza nel web

Google Project Zero è il progetto del colosso Internet per la sicurezza digitale durante la navigazione tra siti e motori di ricerca. Proteggersi dai cyber attacchi rappresenta un bisogno sentito sia a livello strategico societario che privato e sociale, la battaglia concorrenziale tra i colossi si manifesta anche nella capacità di prevenire e offrire i migliori sistemi di sicurezza visti i numerosi allarmi e fatti di cronaca tecnologica.

Nel Blog ufficiale viene spiegato che cos’è Google Project Zero, si tratta in sostanza di un team, una vera e propria taskeforce, che studierà l’applicazione dei massimi sistemi di sicurezza per la navigazione e la protezione dei dati sensibili e degli spazi di gestione dati, corrispondenza, eccetera. Chris Evans è uno dei ricercatori di questo gruppo dedicato al Google Project Zero e racconta il progetto nel blog ufficiale dedicato.

virus-informatico-183555

“Il nostro obiettivo – scrive – è quello di ridurre in modo significativo il numero delle persone lese da attacchi mirati. Stuamo assumendo i migliori ricercatori sul tema della sicurezza, contribuiranno con le loro capacità e mentalità aperte al miglioramento della sicurezza nella rete.

Google ha iniziato a curare Project Zero con la scoperta del Bug Heartbleed, i ricercatori scelti e cercati da Google non solo dovevano essere tecnici esperti ma anche persone dalla mentalità aperta, in grado di identificare i pericoli e gli attacchi che gli hacker possono compiere. E’ importante che ogni persona possa usare Internet nella totale sicurezza senza il rischio di vedere i propri dati rubati o le proprie informazioni spiate e sottratte, con quest’ultima voce, Evans, si è riferito soprattutto agli attivisti per i diritti umani, le grandi imprese e gli uomini d’affari, categorie insomma che per le loro specifiche attività possono temere un attacco informatico.

Il team lavorerà giorno per giorno per portare significativi risultati in termini di sicurezza e protezione, Google Projec Zero rappresenta un punto di partenza di un percorso che deve analizzare e studiare diverse dinamiche, non solo l’attacco specifico ma anche gli errori di codice, i cosiddetti Bug, che quando scoperti rappresentano una minaccia alla sicurezza e alle prestazioni di navigazione.

Fonte: PC Mag

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *