Radiazioni Smartphone: Quali Sono i Più Dannosi? Facciamo il Punto!

Radiazioni Smartphone: l’uso sempre più crescente dei telefonini tra le persone ha fatto accendere, ormai da qualche anno, la luce sugli effetti che potrebbero provocare le radiazioni inviate da questi dispositivi, in questo articolo vogliamo fare il punto su tutte le informazioni che abbiamo in nostro possesso e andare a capire quali produttori contengono maggiormente le emissioni sui loro dispositivi e quali, invece, si limitano semplicemente a rispettare le normative.

Il 7 agosto 1996, la FCC ha creato le linee guida sulle radiazioni del telefono cellulare (RF), insieme ad altri consigli arrivati dalla Food and Drug Administration (FDA), l’Environmental Protection Agency (EPA), l’Istituto Nazionale per la sicurezza e la salute (NIOSH), e la Safety and Health Administration lavoro (OSHA).

radiazioni smartphone
Le linee guida hanno creato una misura del tasso di assorbimento del nostro corpo dell’energia di Radiazioni Smartphone durante l’uso ddi questi terminali, chiamato il tasso di assorbimento specifico (SAR). Il SAR per radiazioni del telefono cellulare è stato fissato a un massimo di 1,6 watt di energia assorbita per chilogrammo di peso corporeo.

Il limite è stato fissato a causa degli effetti termici delle Radiazioni Smartphone (tutta la radiazione RF può riscaldare i tessuti del corpo umano a livelli sufficientemente alti) non è stato impostato per attenuare altri probabili effetti biologici come il rischio di danno del DNA o il cancro.

Il limite SAR FCC si basa su una chiamata cellulare di 30 minuti con il telefono cellulare sull’orecchio, naturalmente sappiamo già che utilizzare gli auricolari a filo abbatte notevolmente le Radiazioni Smartphone. Un abbassamento dellla quantità di radiazione assorbita si ha anche durante l’utilizzo di messaggi di testo; attenzione però ai collegamenti con la rete 3G, in quanto le emissioni in quel caso sono sicuramente elevate, certo in quel caso il nostro dispositivo sicuramente non sarà, però, attaccato all’orecchio.

Ebbene, in questo articolo vogliamo andare ad approfondire i valori di SAR dei principali dispositivi commercializzati dal 2013 ad oggi:

 MODELLO  VALORE SAR
 Lumia 630  1.51
 BlackBerry Z10  1.42
 Nokia Lumia 925  1.40
 Htc One  1.26
 iPhone 5S / Htc One M8  1.18
 Huawei P7  0.97
 Lumia 930  0.85
 Galaxy S4  0.75 – 0.98 (in base alle versioni)
 Galaxy S3  0.43 – 0.74 (in base alle versioni)
 LG G3  0.68
MODELLO VALORE SAR
 Xperia Z2  0.55
 Htc One Max  0.50
 LG G2  0.50
 Nokia Lumia 1320  0.47
 Galaxy S5 EU  0.41
 Samsung Galaxy Note 3 EU  0.36
 Samsung Galaxy Note 2  0.28

Nella prima tabella possiamo vedere valori di SAR particolarmente elevati per il nuovo smartphone base di gamma di Nokia, il 630, e lo Z10 e, ancora Nokia, con il Lumia 925 che sfiorano quasi i limiti di legge, anche Apple e Htc con i loro auto, ma hanno valori sicuramente alti, meglio invece il lavoro svolto sui dispositivi da parte di Samsung, LG e Sony le quali emissioni sono sicuramente più contenute.

 fonte fonte

2 commenti

RSS Feed
    • Perdonami, ma cosa c’entra? Questi sono i dati di Sar dichiarati dai produttori mica li ho decisi io, se Samsung ha questi valori e altri no, non è certo colpa o merito delle pubblicità 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *