Mac o PC ? La guerra si sposta tra i banchi di università

Mac o PC ? La guerra si sposta tra i banchi di università – É da un po’ di giorni a questa parte che ci occupiamo della guerra tra Apple e la compagnia di turno. Per prima c’è stata la guerra tra California e la Sud-Corea, ovvero tra Apple e Samsung. La battaglia che si è combattuta a suon di spot televisivi, ha visto vincitrice Apple che, nonostante non si sia nemmeno difesa, ha avuto a Luglio le vendite su App Store più proficue di sempre e record di incassi per quanto riguarda il suo dispositivo telefonico attuale, l’iPhone 5S.

Ora è sorta un’altra compagnia che attacca Apple. Si tratta della ben nota Microsoft, che per prima cosa ha preso di mira Siri, realizzando un singolare spot. Poi è toccato ad iPad Air e al Mac Book Air, realizzando questi spot. Come di consueto, Apple non si è pronunciata al riguardo e forse non si difenderà nemmeno. A Cupertino hanno le idee chiare e continueranno a produrre spot pubblicitari che promuovono un nuovo stile di vita, produttivo ed efficace, nel nome di Apple e dei suoi dispositivi.

Mac o PC ? La guerra si sposta tra i banchi di università

In questo caso, gli spot della concorrenza non fanno altro che confondere gli utenti che vengono bombardati da pubblicità “fasulla” o comunque che non dice tutto, che usa la strategia “ti distruggo esagerando i tuoi difetti non menzionando nemmeno i miei pregi”, dando per scontato che gli spettatori vedendo tale spot, optino per il dispositivo elogiato, senza chiedersi null’altro.

Questa “guerra”, molti la vivono in un altra maniera, nel momento in cui entrano nel mondo dell’università. Infatti, una volta dentro agli atenei, molti devono scegliere tra un Mac e un Pc. La mia personale esperienza mi ha portato ad optare per un Mac, dato che è d’obbligo per noi studenti di Architettura, usare software come Adobe Illustrator, Adobe Photoshop e AutoCAD tra i tanti, molte volte anche contemporaneamente! Questi software, essendo molto pesanti, ti creano dei problemi e delle inutili perdite di tempo se non hai un buon computer.

In ogni caso, ora non stiamo dicendo che un Mac sia meglio di un Pc e/o viceversa. Ogni studente deve valutare molto seriamente la scelta del computer in base alle necessità e in base alle possibilità economiche, evitando di prendere in considerazione ogni tipo di spot pubblicitario. Un MacBook Pro è senz’altro una buona macchina ma molto costosa, quindi qualcuno potrebbe optare per un PC che abbia delle ottimi prestazioni e che costi molto di meno. Un altra cosa da non sottovalutare assolutamente sono i vantaggi che, sia Microsoft Education sia Apple Education, offrono agli studenti.

Un fatto che a me ha divertito molto, riguardo a questa “guerra” tra Mac e PC è la pagina su Facebook LESS OR MORE dove girano dei memes incentrati nel mondo dell’architettura e che molte volte prendono in giro il rapporto che hanno gli architetti con i computer! Forse, le grandi compagnie come Apple, Microsoft e Samsung, dovrebbero prendere questa competizione più alla leggera, imparando dai propri utenti evitando di creare così confusione proprio a questi ultimi, i quali sono già confusi di per sé. E voi cosa ne pensate di questa guerra?

Se ti interessa sapere altro su questa “guerra” ti consigliamo i seguenti articoli:

FONTE