Aggiornamento Google: Gmail non obbliga più ad aprire il profilo Google +

Aggiornamento Google. Arriva una novità importante relativa a Gmail e Google Plus, per aprire l’account di posta non sarà più necessario aprire o avere il profilo Google Plus.

Prima di approfondire questo aggiornamento Google in arrivo, ecco un po’ di storia. Ricordando la nascita e crescita dei due servizi, prima Google Plus rappresentava un servizio optional che si andava ad affiancare ai crescenti social network Facebook e Twitter, Messenger ancora per poco resisteva ma non era più il client di messaggistica istantanea scelta maggiormente dagli utenti. Con il tempo Google aveva riformato il suo sistema e collegato l’uso di Gmail all’apertura obbligatoria del profilo Google Plus. Ebbene fra poco questo obbligo decadrà perché per aprire Gmail non si sarà più costretti ad aprire il profilo Google Plus.

La notizia dello scollegamento tra Gmail e Google Plus è stato riportato da WordStream, i tecnici hanno riportato una prima immagine di questo importante aggiornamento Google, o anzi meglio di Gmail. L’apertura dell’account diventa opzionale e si nota dalla presenza del nuovo pulsante “no grazie” che si attiva quando viene richiesta l’apertura del profilo social.

Gli esperti e gli analisti considerano questo importante aggiornamento Google un elemento strategico ma anche strutturale legato ad alcuni importanti momenti che l’azienda sta vivendo come le dimissione di Vic Gundotra, l’ex presidente del settore social networking di Mountain View. Non si può pensare che Google possa rinunciare ad un servizio così importante come Google Plus e la presenza di spazi social che creano un’importante economia e visibilità per le aziende.

Tuttavia, Google ha altri servizi importanti da sviluppare come il suo Google Now che con l’espansione e la crescita dei dispositivi diventerà il nuovo spazio aggregatore. Sicuramente, è una mossa buona quello di scollegare l’importante servizio di posta da Google Plus, si lascia la libertà all’utente di decidere se integrare lo spazio social ad uno strumento che per molti è di lavoro e comunicazione quotidiana anche con amici e famigliari.

Fonte: 1 e 2

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *