Meizu Mx4: iniziano i pagamenti dei preordini

Meizu Mx4 è il dispositivo presentato ufficialmente la settimana scorsa a Pechino, uno smartphone davvero molto interessante per quanto riguarda la scheda tecnica rapportato al prezzo di vendita ufficiale, anche per quanto riguarda il mercato italiano che è di “solo” 340 euro, purtroppo però in Cina costa ancor meno, ma qui ci sono delle politiche legate e di conseguenza non possiamo acquistarlo allo stesso prezzo di cui è messo in vendita in Cina.

Meizu Mx4

Meizu MX4 è il primo smartphone a montare un SoC mediatek con una tecnologia chiamata big.LITTLE che permette di avere all’interno dello stesso SoC 4 core Cortex-A7 mentre altri 4 sono Cortex-A17 e che quindi offre buone perfomance sia per quanto riguarda il risparmio energetico e sia quando si tratta di perfomance dato che comunque stiamo parlando di una Mali 450 MP4 per quanto riguarda la GPU, di conseguenza stiamo parlando di performance davvero al top in tutti i sensi.

Leggi anche: Meizu Mx4 ufficiale: ecco le caratteristiche tecniche

Interessante anche il fatto che questo smartphone ha un display notevole per due motivi: i bordi che che staccano il vetro dalla scocca laterale sono davvero sottilissimi, e inoltre, un’altro fattore sottile è il fatto che questo schermo stesso è molto vicino al vetro di protezione per quanto riguarda la superficie di tocco, insomma, praticamente è uno schermo sia bello da vedere sia bello da toccare proprio per questa superficie di tocco molto ravvicinata al vetro.

Per quanto riguarda gli ordini comunque gli utenti hanno segnalato che il pagamento del preordine è stato finalmente effettuato, ricordiamo che la data ufficiale di commercializzazione è il 20 settembre, quindi probabilmente entro quella data coloro che hanno effettuato il preordine avranno già il dispositivo in tasca. Meizu MX4 sarà disponibile dal 20 Settembre => QUI IL LINK PER I PREORDINI!

Stiamo parlando di un dispositivo comunque molto interessante che porta come novità anche l’interfaccia grafica che rispetto all’altra versione è stata aggiornata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *