Samsung Galaxy Note 4 uscirà in Russia allo stesso prezzo di Note 3

L’IFA di Berlino (una delle più grande e preminenti manifestazioni del mondo dedicate all’alta tecnologia) è, ormai, dietro l’angolo e già cominciano ad affiorare i listini dei gadget (smartphones e tablet) che nemmeno sono stato annunciati. E’ il caso di Samsung Galaxy Note 4.

galaxy note 4

galaxy note 4_2

L’ultimo rumor viene dalla fredda e lontana Russia, florida landa di speculatori e aziende hi – tech.

Il colosso moscovita della grande distribuzione organizzata Media Markt fa sapere, tramite il suo Senior Manager, che il Samsung Galaxy Note 4 verrà commercializzato sul territorio russo alla modica ci fra di 35.000 rubli (circa 715 € o 940 dollari), la stessa cifra che bisognava sborsare, l’anno scorso, per portarsi a casa il Note 3.

Come ben sappiamo, ogni prodotto tecnologico esportato in Russia costa più che altrove, anche sensibilmente, è, quindi, auspicabile una riduzione di prezzo, una volta che Samsung Galaxy Note 4 aproderà sugli italici scaffali. A titolo esemplificativo, il Galaxy S5 costa, in Russia, ben 30.000 Rubli (circa 800 €), quando in Italia, con minimo forza si riesce a trovare a poco più di 500 €!

Per contro, un’altra fuga di notizie di metà Agosto fa intuire che, per quel che riguarda il mercato indonesiano, Samsung Galaxy Note 4 costerà circa 600 €.

Il nuovo phablet di classe ammiraglia edito da Samsung è atteso, in Russia, per la fine di Settembre o, al limite, i primi giorni di Ottobre. C’è, dunque, più d’una possibilità che il lancio su tutti i mercati del globo non si farà attendere oltre.

Tuttavia, domani Samsung Galaxy Note 4 verrà presentato in pompa magna al grande pubblico all’evento ‘UNPACKED‘, famelico di succulenti dettagli circa le benedizioni tecnologiche che la casa coreana ha un serbo per i suoi fedelissimi.

Le caratteristiche tecniche dovrebbero essere confermate in toto: schermo da 5.7 QuadHD, Snapdragon 805 o una CPU a 64 bit Exynos 5433, una foocamera da 16 MegaPixel e tantisismi sensori inediti, per fare l’impossibile.

Seguiteci domani per tutti gli aggiornamenti in tempo reale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *