Crescita Lenovo: dal rumor BlackBerry all’acquisizione Motorola

Crescita Lenovo. Durante la conferenza IFA, Lenovo aveva parlato della sua intenzione di espandersi in questi tre settori: smartphone, tablet e convertibili. Tale prospettiva era stata collegata dai dirigenti proprio alla recente acquisizione di una sezione Motorola e di IBM System. A metà ottobre era uscita la notizia dell’interesse dell’azienda asiatica di acquisire BlackBerry o per lo meno la parte legata al Mobile e poco si era fatto cenno al passaggio del Motorola Mobility acquisita da Google con un investimento di 2,9 miliardi di dollari.

In questo modo, la crescita di Lenovo si avvia alla posizione di terzo produttore mondiale di dispositivi a fianco a Samsung , Sony e HTC. Quando Motorola venne acquisita da Google, Larry Page dichiarò l’intenzione di voler arricchire i brevetti di Google e diventare produttore autonomo di dispositivi. La situazione è cambiata e con il tempo è diventato sempre più importante dedicarsi allo sviluppo Android e cercare un’intesa con i suoi partner.

google_motorola_android2

Con questa vendita a Lenovo, Google manterrà la proprietà della maggior parte del portafoglio brevetti, mentre Motorola riceverà la licensa d’uso e diverse proprietà intellettuali che saranno sviluppate all’interno della strategia Lenovo.

Yang Yuanqing, Ceo di Lenovo ha dichiarato: “Oggi abbiamo raggiunto un traguardo storico una pietra miliare per Lenovo e Motorola e insieme siamo pronti a competere, crescere e vincere nel mercato globale degli smartphone. Diventando il terzo produttore di smartphone al mondo, in grado di sfidare i primi due, daremo al mercato ciò di cui ha bisogno: possibilità di scelta, concorrenza e una nuova spinta innovativa. Con Motorola ci muoveremo meglio nell’era mobile, potremo finalmente offrire un portfolio completo di prodotti che va da smartphone e tablet agli apparecchi per il mercato professionale”.

lenovo-ideaphone-p770

Dalla parte di Google invece possiamo dire, che la vendita è motivata dal grande sviluppo di Android e dal fatto che alcuni suoi partner come Samsung che non vedevano di buon occhio la possibilità di una produzione autonoma di smartphone da parte di Google, la quale solo dopo molto tempo è riuscita a produrre i suoi due nuovi dispositivi Nexus di cui uno ha visto la piena collaborazione di HTC.

Ritornando a Lenovo, la sua crescita continua a colpi di acquisizioni di importanti aziende e in questi giorni si attende la conferma di un rumor che ha parlato dell’acquisizioe di BlackBerry. Questo rappresenterebbe più un desidero del Ceo Wonf Wai Ming espresso pubblicamente nel 2013 ma non appoggiata da BlackBerry che tra l’altro non ha confermato i rumor di un possibile rilascio della sezione mobile che ha solo da poco ripreso a produrre nuovi dispositivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *