Philips Aurora i966: lo smartphone di fascia alta disponibile (per ora) solo in Cina

Philips Aurora i966 è il nuovo smartphone di fascia alta lanciato in questi giorni per il mercato cinese. Il neonato smartphone di Philips è proposto al prezzo di 3699 yen, che equivalgono a circa 450-500 euro ed è attualmente in vendita solo nel paese asiatico. Al momento, non è dato sapere di un possibile rilascio del Philips Aurora i966 al di fuori della Cina. Difficilmente lo si vedrà in Europa e tanto meno in Italia, visto che il colosso olandese ha abbandonato da tempo il mercato degli smartphone nel nostro Paese.

philips_i966_aurora
Scendendo nei particolari, il Philips Aurora i966 è dotato di caratteristiche di fascia alta come ad esempio un display QHD, visto  per la prima volta su smartphone come LG G3 e Samsung Galaxy Note 4. Non passa inosservato uno scanner di impronte digitali posizionato sul retro, molto simile a quello che si trova sul  Galaxy S5 di Samsung. Aurora i966  è anche il primo smartphone di Philips che gestisce il nuovo sistema operativo Yunos 3.0, che si basa su una versione non meglio specificata di Android.
Lo smartphone supporta la funzionalità singola SIM, ed è alimentato da un processore quad-core Qualcomm Snapdragon 801 (MSM8974AC)  con clock a 2.5GHz, accoppiato con 3GB di RAM.
Dispone di un display da 5,5 pollici Quad HD (1440×2560 pixel) con Corning Gorilla Glass 3 a protezione e un impressionante densità di pixel pari a 534ppi. Offre 32 GB di storage integrato, mentre non viene specificato se tale possibilità di archiviazione sia eventualmente espandibile con una memoria microSD.

philips_i966_aurora_screen
C’è una fotocamera posteriore da 20,7 megapixel con sensore Sony Exmor RS IMX220 BSI, f / 1,8 apertura e flash LED, e una fotocamera frontale da 8 megapixel. Il Philips Aurora i966 riceve l’energia da una batteria da 3000mAh. Le opzioni di connettività per questo smartphone includono Bluetooth 4.0, Wi-Fi, Micro-USB, 3G e 4G LTE. Il prezzo medio alto di questo smartphone è in parte dovuto alla presenza della tecnologia di Qualcomm chiamata Quick Charge 2.0. Qualcomm sostiene che questa tecnologia di ricarica rapida “è in grado di ricaricare i dispositivi fino al 75% più velocemente” rispetto agli smartphone che non la integrano.

fonte: gadgets.ndtv.com
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *