Android L non si aggiornerà con i permessi di Root

Android L sarà un nuovo mondo di Android, questo lo sapevamo già, sia per quanto riguarda la sicurezza sia per quanto riguarda altre feature che finalmente sono state integrate in modo serio e finalmente tutto questo ha un sensore, non era come prima che per attivare una funzione dovevamo scavare all’interno del sistema operativo, adesso è tutto a portata di mano e tutto funzionante senza alcun tipo di problema, ma questo nuovo ecosistema porta a dei peggioramenti per quanto riguarda il campo “Modding”, quindi coloro che effettuano i permessi di root oppure coloro che sbloccano il bootloader all’interno dei loro device Google.

Android L

Ma andiamo all’atto pratico: inizialmente, prima di Android Lollipop, anche se avevamo i permessi di root c’era comunque la possibilità di aggiornare il sistema perché faceva praticamente l’update su tutti i file si sistema, quindi anche quelli che erano praticamente inclusi all’interno della partizione dei file con Root, ma in questo caso non sarà così, di fatto a quanto pare saranno solamente i file binari dei dispositivi senza root, di conseguenza i smartphone che avranno il root a bordo e allo stesso tempo avranno Android 5.0 Lollipop non potranno essere aggiornati, questa è una cosa davvero che molti non accettano perché in fin dei conti ormai è quasi scontato che un utente modifichi, e quindi ottenga i permessi di root all’interno del proprio smartphone, di conseguenza è un punto che va a sfavore dei modder.

Voi cosa ne pensate di questa notizia per coloro che avranno il root all’interno del proprio dispositivo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *