Android Lollipop VS iOS 8.1: gestione cartelle, Widget e schermata di blocco

Android Lollipop VS iOS 8.1, una sfida che adesso ha un senso visto che ormai il rilascio degli aggiornamenti rende quasi stabili le caratteristiche di questi due nuovi ambienti operativi. Entrambe lo versioni software stanno godendo di molte attenzioni per ciò che sono in grado di offrire.
Le principali analisi per l’Android 5.0 riprendono soprattutto l’esperienza fornita dei nuovi dispositivi Nexus Google Play in quanto i modelli compatibili prodotti dai partner di Google non contengono pienamente la forma pura, usano quindi interfacce personalizzate prevaricate. Queste versioni possono adottare i miglioramenti di Lollipop ma richiedono sempre un certo margine di tempo dovuto all’applicazione del software su un dispositivo Android.

Schermate di blocco e pagina Home. Android Lollipop VS iOS 8.1
La pagina home e la sua schermata di blocco integrata rappresenta uno spazio utile e fondamentale perché evita l’uso accidentale del telefonino senza sacrificare le informazioni principali che questo ci deve fornire come ora e presenza di chiamate, messaggi o notifiche ricevute.
Partendo dalla schermata di blocco di Android 5.0 notiamo un buon equilibrio tra funzionalità e facilità d’uso. Vediamo un grande orologio e diverse scorciatoie per le applicazioni del telefono e della macchina fotografica. Con un colpo possono essere attivate con un movimento dal bordo al centro del display. Lollipop mette le notifiche in sospeso al centro della schermata per un accesso rapido e facile, per attivarle basta fare un leggero doppio colpo e con un altro tocco laterale la stessa applicazione si chiude. I Widget non sono più supportati nella schermata di blocco della nuova versione Android.

La schermata di blocco iOS ha tante somiglianze con Lollipop sia in termini di funzionalità che di presentazione. Troviamo sempre la scelta rapida della fotocamera nell’angolo in basso a destra ed è abbastanza facile eseguire uno scatto fotografico con il pollice. C’è un minimo rischio di aprire accidentalmente il pannello Command Center con un gesto simile. Le nofitiche sono presenti al centro dello schermo si attivano con un movimento di scorrimento e si possono inviare risposte in maniera rapida e ordinata. Al momento dell’arrivo della notifica, il testo si illumina per qualche secondo fornendo all’utente la possibilità di capire di cosa si tratti. In Android 5.0 (Lollipop), invece, la luce Led si spegne quasi immediatamente.

Schermata Home.
Partiamo da Android 5.0, superata la schermata di blocco troviamo l’home con le caratteristiche forme di Android soltanto ci sono più schermi per i collegamenti delle applicazioni, le cartelle e i Widget. La presenza di un cassetto per App e Google Now che si attiva con un tocco. L’interfaccia utente è stata realizzata con il Material design e quindi il tutto ha un aspetto piatto e minimalista, animazioni fluide ed eleganti effetti di transizione. Quindi un ambiente coinvolgente ma che non ti distrae e non ti interrompe con notifiche e cambi schermo improvvisi.
Anche l’home di iOS 8 è minimalista e intuitiva nella navigazione, a differenza di Android non presenta un cassetto separato per le applicazioni, questo nel dispositivo rivale riduce al minimo la ridondanza di icone e quindi la possibile confusione.

Widget e personalizzazione.
Continuiamo la nostra analisi Android Lollipop VS iOS 8.1 analizzando i Widget e la personalizzazione. I widget sono stati per molto tempo la carta vincente di Android e iOS si è adeguata con il suo sistema di applicazioni. Entrambi i sistemi operativi possono godere di molteplici servizi compresi di terze parti. In iOS i Widget sono posti in un pannello a tendina che li rende accessibili in qualsiasi momento. Analizzando il grado di personalizzazione, Lollipo si presente flessibile consentendo di creare diverse schermate, pacchetti di icone e blocchi personalizzati con sfondi dal vivo e altri gadget che ottimizzano al meglio le funzioni della piattaforma. In iOS 8.1 troviamo meno libertà al di là delle opzioni per riorganizzare gli elementi nella sezione Home, cambiare il colore dello sfondo scegliendo da uno statico ad uno dinamico. Tuttavia ha un senso questo limite in quanto mantiene semplice e coerente la piattaforma. Entrambi i sistemi operativi ci consentono applicazioni di gruppo in cartelle, in Android possiamo inserire 16 applicazioni a cartella, in iOS lo spazio cartella è illimitato.

 
Fonte: Phone Arena

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *