Apple Pay spinge in avanti i pagamenti su mobile negli USA

A d un mese dalla sua distribuzione ufficiale, avvenuta con la distribuzione del sistema operativo iOS 8.1, il sistema di pagamento su mobile Apple Pay sta ottenendo buoni risultati negli USA, spingendo al rialzo i dati sui pagamenti effettuati mediante sistemi tap-to pay.

Apple-Pay

Nonostante sia un sistema nuovo, ed al momento confinato a chi è possessore dei device di ultima generazione quali iPhone 6 e iPhone 6 Plus, Apple Pay sta ottenendo grossi risultati in termini di numero di transazioni nelle principali catene di negozi USA che hanno adottato tale sistema.

Dai dati indicati dal New York Times, l’adozione di Apple ha portato Walgreens ad ottener un aumento delle transazioni effettuate mediante smartphone, un dato che è più che raddoppiato rispetto ai mesi precedenti, anche Whole Foods dice di aver registrato più di 150.000 operazioni da quando il sistema Apple è stato rilasciato.

Anche McDonald’s conferma tale tendenza, indicando che Apple Pay sta già ottenendo il 50% di tutte le transazioni su mobile effettuate preso i punti vendita della nota catena di fast food dislocati in America. Il settore dei pagamenti in mobilità sta ricevendo quindi una forte spinta in avanti nel numero e quantità di soldi spesi in tali transazioni, un settore che è previsto ancora più in crescita in questo fine 2014 e sopratutto nei prossimi anni quando anche altri competitors, oltre ad Apple, scenderanno in campo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *