Apple Watch: 10 cose da sapere sul nuovo smartwatch Apple

Con l’uscita, avvenuta nella serata di martedì del WatchKit SDK, programma per sviluppare applicazioni per Apple Watch, ora abbiamo diverse curiosità ed informazioni nuove sullo smartwatch di casa Apple che verrà rilasciato nel 2015. Ecco 10 cose che probabilmente non sapevate su di esso.

Apple-Watch

1. Risoluzione: la versione da 42 millimetri del nuovo Apple Watch ha una risoluzione da 312 x 390 pixel, mentre la versione più piccola da 38 mm ha una risoluzione da 272 x 340 pixel, entrambe risultano essere  2x, ovvero Retina.

2. App native solo dal 2015: per ora gli sviluppatori potranno creare applicazioni che interagiscono e funzionano grazie all’utilizzo di un iPhone, quelle native arriveranno solo a partire dal 2015;

3. Dovrete utilizzarlo con un iPhone: come detto sopra, Apple Watch avrà ap che funzionano grazie ad un iPhone,  il codice di una applicazione viene eseguito in background su tale device. L’applicazione avrà così uno scheletro dell’interfaccia che vive su Apple Watch e il codice vero e proprio che lavora su iPhone. Questo garantisce però minori consumi di batteria ed una potenza di calcolo maggiore;

4. Funzionalità delle app: gli sviluppatori potranno ad oggi creare Glances, notifiche azionabili e applicazioni Apple Watch, le prime sono notifiche basate su modelli collegati all’applicazione “madre” su iPhone come ad esempio delle miniature per la visualizzazione del meteo, le seconde sono invece vere e proprie notifiche come quelle che vediamo su iPhone, infine abbiamo le applicazioni che forniscono maggiore creatività e libertà di sviluppo.

5. Formato immagini: l’interfacia Apple Watch determina il posizionamento automatico degli elementi partendo dall’angolo superiore sinistro, fino a coprire tutto lo schermo, soluzione scomoda per gli sviluppatori ma che consente di adattare i contenuti ad ogni dimensione di schermo;

6. Due notifiche diverse: avremo notifiche a breve e lungo sguardo, le prime si azionano quando viene alzato il polso verso i nostri occhi, mentre la seconda appare se il polso rimane sollevato.

7. Niente gesture: gli sviluppatori non potranno aggiungere gesture, le interazioni sono gestite dal sistema.

8. Immagini per le applicazioni: le animazioni non verranno sostenute tramite il codice, Apple chiede agli sviluppatori di fornire una serie di immagini della loro pre-rendering di animazione, che saranno riprodotte su Watch Apple.

9. Force Touch:  lo smartwatch ha un metodo di input chiamato Force Touch, che permette di visualizzare un menu di scelta rapida per la schermata corrente;

10. Install Flow: visto che le app per iPhone e Apple Watch sono associate, quando andremo ad installare quella per il device iOS ci verrà chiesto se vogliamo installare anche la corrispettiva per smartwatch.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *