HTC Desire 620 e 620G annunciati ufficialmente a Taiwan

In seguito alle indiscrezioni dei giorni scorsi , HTC conferma tutto, presentando a Taiwan il suoi nuovi entry-level: L’ HTC Desire 620 e l’ HTC Desire 620 G. Dopo il grande successo del Desire 610,ecco che HTC cerca di sfondare nuovamente nel mercato dei dispositivi di fascia bassa e lo fa con due smartphone davvero molto interessanti.

Leggi anche => Recensione HTC 610 

id392727 definitivo

Tra le specifiche tecniche del Desire 620 ritroviamo:

  • display da 5 pollici HD;
  • 1 GB di memoria RAM;
  • 8 GB di memoria interna;
  • batteria da 2100 mAh;
  • fotocamera posteriore da 8 megapixel con flash LED;
  • fotocamera anteriore da 5 megapixel;
  • Dual SIM;

Il processore che muove il tutto è il Qualcomm Snapdragon 410 quad-core, da 1.2 GHz, e inoltre il dispositivo è dotato di connettività 4G LTE. Il Desire 620 G, condivide praticamente tutte le specifiche hardware del modello sopraccitato, eccezione fatta per il processore e per la rete , che si rivela essere un SoC dual-core con connettività 3G.

image_new definitivo

Il Desire 620 verrà commercializzato a Taiwan nei classici due colori, bianco e nero,  sarà possibile acquistarlo tramite gli HTC Store del territorio Taiwandese e l’operatore telefonico Chunghwa Telecom, mentre il Desire 620 G verrà distribuito, nei colori bianco e grigio , anche dall’operatore Far EasTone Telecommunications. I prezzi  partiranno da 6.990 dollari taiwanesi (circa 181 euro) per il modello con connettività LTE e 4.990 dollari taiwanesi (circa 129 euro) per il modello con supporto 3G, mentre la disponibilità sul mercato asiatico è confermata per la prima metà di Dicembre.

HTC cerca ancora una volta di fronteggiare la concorrenza Mediatek nel mercato cinese, presentato due smartphone di fascia bassa a prezzi molto aggressivi. Ricordandovi che i dispositivi e le loro specifiche sono da considerarsi relative al territorio asiatico, non ci resta che sperare in una commercializzazione anche nel mercato europeo, a prezzi ragionevoli e  magari con una presentazione a Milano.

fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *