Project Loon, uno dei palloni di Google cade in Sud Africa

Casca in Sud Africa uno dei palloni ideati da Google per diffondere il web, fa parte del Project Loon il progetto lanciato più di un anno fa dal colosso di Mountain View per trasmettere con questo sistema l’accesso a Internet a miliardi di persone, soprattutto nei paesi in via di sviluppo. Lo riporta il Wall Street Journal, sulla base di un articolo pubblicato da un quotidiano locale.

Racconta che un agricoltore di un villaggio vicino a Bloemfontein, nel centro del paese, si è imbattuto in una di queste mongolfiere e ha inizialmente pensato fosse un pallone meteorologico di una vicina stazione meteo. E’ stata la figlia di 20 anni, con uno scambio di messaggi e foto con i fratelli, a capire che si trattava del Project Loon.

 

Project-Loon-2

La conferma, dopo aver visionato le immagini, è arrivata anche da un ingegnere dell’azienda californiana: ha spiegato alla famiglia che un rappresentante locale sarebbe andato a raccogliere il pallone. “L’enorme pezzo di plastica ha riempito tutto il mio furgone”, ha spiegato l’agricoltore. I Project Loon, sono sviluppati nei laboratori di Google X.

A giugno un pallone si è schiantato in Nevada, mentre in Nuova Zelanda è cascato in mare, è stato scambiato per un aereo facendo scattare un intervento d’emergenza. Secondo il Wall Street Journal, Google ha in programma entro il prossimo anno di avere un anello “semipermanente” di palloni galleggianti in tutto il sud del mondo.

Fonte: Ansa

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *