Quick Charge 2.0 spiegata in video da Qualcomm

Quick Charge 2.0 è la soluzione trovata da Qualcomm per ottimizzare i tempi di ricarica, visto che le batterie odierne dei nostri smartphone non sono ancora in grado di coprire una durata di almeno 24 ore, neanche campione di amperaggio come il Sony Xperia Z3 sfugge a tali catene, cui il mondo Android e non solo è soggetto, siamo tutti schiavi del caricabatterie.

La risposta di Qualcomm a tale flagello è, appunto, Quick Charge 2.0, che permette al dispositivo di velocizzare e massimizzare i tempi di ricarica. Con Quick Charge 2.0 saremmo capci di rendere più rapida la ricarica della batteria del nostro fido compagno smartphone del 75% .

Quick Charger 2.0

Alcuni produttori, come nel caso di HTC sono riusciti ulteriormente a migliorare questo già ottimo risultato, utilizzando il Rapid Charge 2.0 in collaborazione con il Quick Charge 2.0 permettendo alla batteria di ricaricarsi del 60% in soli trenta minuti. I chip Snapdragon ideati da Qualcomm sono capaci, infatti, di permettre un trasferimento di energia a maggior amepraggio, minimalizzando, di conseguenza, i tempi di ricarica.

Le due versione di Quick Charge, ovvero la Quick Charge 2.0 e la Quick Charge 1.0, non mostrano problemi di retrocompatibilità e sono utilizzabili con qualsiasi tipologia di adattatore, ma solamente utilizzando un chip supportato dalla versione Quick Charge 2.0 si potrà sfruttare i 3A che porterebbero al vero miglioramento in tempi di ricarica della batteria.

Quick Charger 2.0

Molti dei dispositivi usciti in questo anno supportano tale innovazione, quindi teniamoci pronti per i miglioramenti che Quick Charge 2.0 introdurrà.

Di seguito vi lasciamo un video, dove le nuove funzionalità e i miglioramenti apportati da Quick Charge 2.0 di Qualcomm vengono mostrati alla rete.

 

Fonte

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *