Ricerca lavoro con Facebook, ecco alcuni consigli in attesa di un servizio innovativo per il famoso social Network

Per la ricerca lavoro si usa ormai il web e questo è risaputo. In genere si va su Google e si digita lavoro oppure si entra nei portali specifici come Jobrapido, Lavoro.net e si usano specifici Social Network come Linkedin.

Come cerca lavoro anche Facebook può essere un ottimo veicolo di diffusione dei propri requisiti lavorativi, è ormai di moda collegare usare il social network in una maniera più professionale e impegnata, magari collegandolo ad un blog personale e magari con all’interno il proprio curriculum vitae.

novità facebook presentazione

 

Quindi Facebook finora ufficiosamente era un veicolo importante di contatti e associato a Linkedin rappresentava uno spazio di presentazione. Oggi è uscita la notizia di Financial Times che uscirà una versione di Facebook professionale e specifica per i contatti lavorativi, un nuovo spazio simile a Linkedin ma con un’interattività maggiore tipica del famoso Social Network.

Nel frattempo che si attendono conferme ufficiali vediamo qualche consiglio per cercare lavoro usando Facebook e i Social Network, vi pare impossibile? Ecco alcuni consigli che fornisce Eures, European Commissione Job Mobility Portal.

Diciamo che il Web rappresenta una grande vetrina di un negozio, come vorresti presentare e vendere il tuo prodotto migliore? Innanzitutto deve fonrire informazioni corrette al 100% ed essere attinente con il curriculum Vitae che potremmo spedire o che abbiamo pubblicato in diversi portali di lavoro. Tutto si basa sulla reputazione che sul web a contatto con una miriade di persone sconosciute è abbastanza labile, magari una frase pubblicata senza dare attenzione alla privacy che nasce come gioco con un amico potrebbe essere fraintesa da chi naviga. Quindi, veicolare sempre i contenuti, magari se ti va di scherzare su un giocatore della squadra di calcio o sul taglio di capelli del tuo migliore amico controlla che il messaggio sia visibile solo ad alcune persone e non all’inter globo. Insomma buon senso che si riassumono in questi punti:

  • Le informazioni che appaiono sul tuo profilo Facebook sono corrette al 100 %? Evita di inserire nel tuo profilo Facebook informazioni che risultano in contrasto con il tuo CV. In particolare, assicurati che i dati relativi alle scuole e alle università frequentate siano corretti – informazioni equivoche potrebbero far pensare (a torto) al datore di lavoro che tu stia mentendo. • Il datore di lavoro troverà proprio te o qualcun altro? Digita il tuo nome e cognome completi in un motore di ricerca insieme alla parola Facebook. È tuo il profilo che compare nei risultati o è quello di qualcuno con il quale preferiresti non condividere il nome? Potresti inserire il tuo secondo nome sia sul CV sia su Facebook in modo che il datore di lavoro trovi proprio te e non qualcun altro oppure aggiungere l’università o la scuola che hai frequentato per aiutarlo a trovarti. • C’è qualcosa su Facebook che potrebbe danneggiare la tua reputazione? Considera che nulla su Facebook è privato; quindi, se hai fotografie o post che potrebbero essere ritenuti offensivi o inopportuni dovresti rimuovere i tag o, ancora meglio, cancellarli! Sii particolarmente cauto con i post riguardanti i tuoi lavori precedenti o i tuoi colleghi, barzellette e commenti che potrebbero essere interpretati nel modo sbagliato o fotografie che potrebbero metterti in cattiva luce. • Quale immagine dai di te a un datore di lavoro? Immagina di essere un datore di lavoro. Saresti rassicurato se trovassi immagini di un candidato che si laurea all’università, pratica sport o prende parte ad attività di volontariato e che partecipa ad eventi professionali. Pensa alle pagine per cui hai selezionato “Mi piace” o di cui sei “seguace”– potrebbe non essere una cattiva idea riconsiderare eventuali scelte “inadeguate”.

Fonte: Eures Credit

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *