Uscita dell’iPad Pro 12.9 – l’oxide panel per display flessibili e ad alta risoluzione

Spunta una nuova ipotesi sull’uscita dell’iPad Pro 12.9, il futuro tablet con cui Cupertino vuole sfidare il Surface Pro di Microsoft e i concorrenti produttori di tavolette ultrabook. A riferire sulla nuova uscita iPad Pro 12.9 troviamo l’analista asiatico Ming Chi Kuo di KGI Securities. Secondo l’esperto la produzione di massa dei nuovi tablet iPAd Pro 12.9 è prevista per il secondo trimestre 2015, significa che fino ad allora Apple lavorerà per i test, le certificazioni e soprattutto cercare nuovi produttori che focalizzino l’attenzione su questo nuovo tablet visto che da Foxconn e altri partner collegati è arrivata la richiesta di prorogare l’avvio di nuove produzioni tablet per via dell’enorme richiesta di iPhone 6 e dei nuovi tablet annunciati ad ottobre, tanto che Cupertino deve scegliere se posticipare l’avvio di produzione di massa dell’iPad Mini 3 per fare posto all’Apple Watch che però ora sembra posticipato come lancio da marzo 2015.

foxconn-we-re-falling-short-of-demand-for-iphone-5-43a1d4e4a9

Ming Chi Kuo quindi ha spostato l’uscita dell’iPad Pro 12.9 al secondo trimestre del 2015 e afferma che il motivo riguarda i problemi produttivi del nuovo display che vedrà la costruzione su una nuova tipologia, l’oxide panel. L’Oxid Panel si basa sull’utilizzo di fogli a abse di Ossido di zinco indio gallio (IGZO), un materiale usato dalla Sharp per la produzione di LCD ad esempio, ma che è anche impegato per la costruzione di schermi Oled curvi, e anche di ultrabook PC. Potete approfondire in questa pagina.

Del nuovo iPAd Pro 12 si dice che sarà uno schermo piegabile e questo nuova tipologia di stratificazione potrebbe permettere di aumentare la qualità di risoluzione e produzione colori (maggiore effetto di saturazione) su uno schermo che potrebbe piegarsi per essere chiuso, certo è che si parla ancora di ipotesi e quindi tocca ad Apple l’ultima parola che nel suo stile non sarà mai data se non durante le conferenze di presentazione.

Credit

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *