Huawei e Microsoft, finisce la collaborazione per la produzione di nuovi dispositivi

Huawei e Microsoft sono quasi in rotta, l’azieda cinese non è soddisfatta della collaborazione in quanto Windows Phone non fa guadagnare abbastanza, quindi la produzione di nuovi cellulari Huawei con Windows si potrebbe interrompere nei prossimi mesi.

Nessuno ha fatto un soldo con Windows Phone. Noi non abbiamo fatto un soldo con Windows Phone”, il manager How Kelly di Huawei ha commentato così la sua collaborazione con Micorosoft. Il sistema operativo non soddisfa i clienti sia per il suo store e sia per le sue funzionalità tecniche. Huawei ha portato dispositivi interessanti sul mercato, prima con Androdi e poi con il sistema operativo Microsoft. L’idea di Huawei era quello di creare un sistema di doppie risorse finali e per questo all’inizio del progetto aveva proposto il dual boot ma Microsoft non aveva accettato di condividere il suo sistema operativo con il rivale Google e così Huawei ha dovuto creare due dispositivi diversi.

 

huawei apple
Huawei aveva criticato allora questa chiusura ed oggi dichiara di non aver ottenuto risultati soddisfacenti in termini di vendite con il Windows Phone. In sostanza, dichiara Huawei, i clienti cercano dispositivi con Android e non criticano direttamente Windows Phone semplicemente non lo acquistano forse per mancanza di conoscenza rispetto ad un sistema operativo mobile che è al quanto recente rispetto a due colossi Android e iOS. Un dato negativo da parte di Huawei era arrivato anche per lo store di Microsoft, tempo fa aveva dichiarato che i servizi e le applicazioni offerte da Microsoft erano troppo poche e poco appetibili rispetto alle applicazioni offerte dal Google Play e da iOS. Però è anche vero che lo Store di Microsoft è incredibilmente cresciuto in questi ultimi mesi raggiungendo un numero di applicativi pari a quelli di Google e Apple.

Windows Phone sta vivendo ancora il suo momento di transizione verso una definizione di sistema, adesso con Windows 10 si prospetta anche la totale chiusura. Forse il mancato successo dei dispositivi Huawei Windows Phone non si può imputare del tutto a Microsoft che comunque ha presentato un buon sistema che sta migliorando con il tempo.

Tempo fa Richard Yu, amministratore delegato di Huawei aveva dichiarato al WSJ “alcuni operatori telefonici ci chiedono di realizzare cellulari Tizen, ma ho risposto loro di no. In passato – continua il manager – avevamo un team di sviluppo per Tizen, ma ho deciso di cancellarlo. Tizen non ha possibilità di successo. Anche per Windows Phone sarà difficile avere successo. Non abbiamo paini di realizzare un nostro sistema operativo. E’ facile svilupparne uno, il problema è costruire un ecosistema attorno ad esso. Abbiamo provato ad utilizzare Windows Phone, ma è stato difficile convincere i consumantori ad acquistare questi smartphone, per i quali abbiamo perso soldi per due anni. Per questo abbiamo deciso di fermare il lancio di nuovi terminali. Nutro qualche perplessità sul fatto che Android sia l’unica opzione, ma non abbiamo scelta e oltretutto abbiamo un buon rapporto di collaborazione con Google“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *