Nexus 9 LTE disponibile con T-Mobile in USA

Ne avevamo già parlato, ed oggi ritorniamo su questo argomento con la conferma ufficiale. Google Nexus 9, prodotto da HTC, è ufficialmente disponibile in USA con l’operatore telefonico T-Mobile. Andiamo a vedere l’offerta che propone l’operatore americano e analizziamo i dati di questa nuova variante.

Google Nexus 9LEGGI ANCHE: HTC Nexus 9 LTE in arrivo dal 10 Dicembre

Così, T-Mobile, diventa il primo operatore telefonico al mondo a commercializzare la ricercata variante LTE del nuovo tablet di casa Google, prodotto dal colosso HTC.  Al momento, quindi, è l’unica – insieme ad Amazon.de – a commercializzare la versione che comprende la connessione dati.

L’offerta che l’operatore americano T-Mobile propone a tutta l’America è la rateaizzazione del tablet ssenza nessun costo di anticipo, pagando 24.99 dollari al mese per 24 mesi. Con questo pagamento, T-Mobile crea ovviamente un vincolo per il cliente che per 24 mesi dovrà utilizzare una scheda T-Mobile. Incluso nel prezzo della rateaizzazione sono inclusi 200MB di traffico internet al mese da usare dal cliente che acquista il Nexus 9. Se il cliente avesse bisogno di più traffico dati, T-Mobile concede di allargare il proprio abbonamento aggiungendo alla somma di 24.99 dollari ulteriori 10 dollari per allargare il piano tariffario ed avere 5GB di traffico dati. Il costo totale alla fine delle rate è di 599 dollari. Un’offerta non male se consideriamo i prezzi dei principali competitor di questo tablet, come per esempio l’Apple iPad Air 2 dotato di connessione dati che raggiunge anche la stessa soglia del tablet di Google.

E’ buono vedere molte scorte disponibili per  T-Mobile, specie dopo l’annuncio dello slittamento della commercializzazione di questa variante, che comunque è riuscita ad arrivare sul mercato in tempo. Se T-Mobile possiede molte scorte potrebbe significare che molto presto potrebbe arrivare anche nel nostro mercato. Noi speriamo che arrivi il più prima possibile, e in caso vi aggiorneremo su ogni cosa riguardo la vicenda.

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *