Samsung lancia i moduli LPDDR4 da 4 GB per smartphone e tablet

E ‘ufficiale: stiamo entrando nell’era dei dispositivi mobili che hanno una quantità di memoria ad accesso casuale, uguale alla stragrande maggioranza dei laptop in commercio. Questo lo si deve a Samsung che ha appena annunciato di aver iniziato la produzione di massa dei primi moduli DRAM LPDDR4 da 4 Gigabyte per il settore smartphone e tablet.

Samsung-LPDDR4-RAM-Modules

 

Sono costruiti con processo produttivo   a 20nm e offrono una velocità dei dati in ingresso/uscita che arriva fino a 3200Mbps (megabit al secondo), il che consente la registrazione e la riproduzione divideo UHD senza scatti, e la visualizzazione di immagini ad alta risoluzione oltre i 20 MP, e fino al 40% in meno di consumo di energia rispetto alle memorie LPDDR3. Il risparmio di energia è  assicurato per tutti i moduli LPDDR4, sia da 2 GB sia da 3 GB che alcuni dispositivi già adottano.

Samsung sta già vendendo moduli da 2 GB e 3 GB di RAM LPDDR4 a produttori di dispositivi mobili, il che significa che gli smartphone e i tablet di domani saranno configurati con moduli  RAM all’avanguardia. Per quanto riguarda i moduli da 4 GB, Samsung si aspetta di lanciarli sul il mercato nei primi mesi del 2015. E una domanda sorge spontanea: il primo modulo da 4 GB di LPDDR4 sarà installato sul Galaxy S6  o sul Galaxy Note 5? Oppure, perché non su entrambi?

Inoltre, c’è questa interessante dichiarazione del VP of Memory Sales & Marketing di Samsung, Joo Sun Choi:  “Con l’avvio della produzione a 20nm, presto avremo moduli da 8 Gigabit di memoria LPDDR4, che è bene ricordare è anche più veloce della DRAM per PC e server e consuma molta meno energia. Con questi tipi di memoria, – continua Sun Choi – stiamo contribuendo a il lancio imminente di dispositivi mobili UHD, che, per essere onesti, non pensiamo siano gli smartphone futuri ma piuttosto riteniamo che i tablet saranno i primi a utilizzare l’ultra alta definizione perché ha più senso per la dimensione dello schermo”.

fonte: Samsung
 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *