CyanogenMod ROM: la nostra prova nella rubrica ROM e Modding ( Foto e Video )

Probabilmente è la ROM più famosa al mondo nel palcoscenico Android: stiamo parlando della CyanogenMod ROM e oggi la proviamo per voi per analizzare pregi e difetti. Chiunque si appresti ad entrare nel mondo Andorid non può far meno di non sapere che è un sistema Open Source e che questa caratteristiche è molto utile per sviluppare ROM modificate partendo dai sorgenti Android.

 cyanogenmod-logo

Leggi anche => Cos’è una ROM modificata Android ?

Che cos’è CyanogenMod ROM?

Tra la miriade di ROM modificate presenti nel mondo Android c’è ne una che primeggia tra tutte, sia perchè probabilmente è stata la prima ROM modificata, sia perchè in termini di fluidità del sistema non ha eguali rispetto alle varie ROM Stock dei dispositivi. CyanogenMod è un firmware open source migliorato per smartphone e tablet basato sul sistema operativo Android . Esso offre funzioni e opzioni non presenti sui firmware ufficiali distribuiti dai venditori di questi dispositivi. In più ha tutta la compatibilità con le app del PlayStore e in molti casi aumenta le prestazioni del dispositivo. Spesso il nome CyanogenMod ROM è abbreviato in CM.

Su cosa è basato il firmware?

Il firmware è basato sul sistema operativo Android nelle sue varie versioni e ad ogni versione è associato un numero. Ad ogni nuovo aggiornamento Google rilascia un codice sorgente nell’AOSP ( Android Open Source Project ) da cui tutti gli sviluppatori possono attingere per creare la loro ROM personalizzata. In questo caso il team Cyanogen ha sviluppato in modo gratuito e diffuso la propria ROM allargando al compatibilità con più di 200 dispositivi. Partendo della lontana CM6 basata su Android Froyo 2.2.2, siamo giunti alla versione CM 12 basata su Android 5.0.2 Lollipop. 

Il mio smartphone/tablet è compatibie con CyanogenMod?

La maggior parte degli smartphone e tablet Android hanno la compatibilità con questa ROM , fermo restando che si tratti di un dispositivo relativamente conosciuto. In genere i top di gamma sono i primi ad entrare nella compatibilità e hanno un ciclo di vita ( in cui vengono supportati da questa ROM ) di circa 2-3 anni. È importante specificare che molti dispositivi hanno la versione Unofficial della CyanogenMod ROM in quanto il team di sviluppatori CyanogenMod conta attualmente circa 50-60 dispositivi diversi di tutte le marche ( solitamente i più famosi sul mercato e i top di gamma ) . Se siete tra i fortunati ad avere la versione Official, state tranquilli che riceverete aggiornamenti per almeno 2 anni se l’hardware del vostro dispositivo lo permette. Ecco la lista dei dispositivi compatibili.

Cosa offre in più CyanogenMod rispetto alla versione Stock ?

Oltre alla fluidità in più avrete numerose personalizzazioni da apportare al sistema, tutte contenute nel menù delle impostazioni. L’interfaccia generale è quella presente sui dispositivi Nexus ( in quanto basata sul codice sorgente di Android Stock ) e non sulle versioni modificate dai produttori come Samsung, Lg Sony ecc…Tramite le impostazioni potrete accedere ad un menù chiamato “personalizzazione” in cui sono presenti tutte le modifiche da apportare alla ROM , per esempio nella barra di stato, nel menù delle notifiche, nella barra di navigazione, nel menù di avvio e nei temi del dispositivo. Inoltre la CM11 si aggiornerà in maniera frequente in base alla stabilità. Prima ci saranno aggiornamenti giornalieri (nighly ) , poi settimanali (weekly), quindi mensili (mountly ) e in ultimo vi è la versione stabile ( stable ).

Come si installa la CyanogenMod ?

Qui diventa tutto un po’ piu complesso, in quanto dovrete avete dimestichezza con il modding Android , e leggervi la miriade di guide che Google e CyanogenMod stessa, vi offrono. Prima di tutto dovete recarvi sul sito CyanogenMod e vedere se il vostro dispositivo è tra quelli supportati ufficialmente. Se è presente è già un buon inizio, al contrario recatevi sul sito di XDA e cercate il nome del vostro dispositivo. Nella sezione Andorid Developer troverete tutte le ROM modificate per il vostro smartphone/tablet e anche le guide su come installarle. Ah unico prerequisito importante è la conoscenza base dell’inglese e l’utilizzo del cervello! Detto questo a grandi linee , la CyanogenMod si installerà da recovery modificata come tutte le ROM per Android. 

Leggi anche => Cos’è una Recovery modificata?

Recensione CyanogenMod ROM 11 da MobileOs.it

Dopo una carrellata di immagini, vi lascio alla nostra prova su un Sony Xperia S. La CM11 è compatibile con tantissimi dispositivi, e l’interfaccia e le modifiche sono praticamente le stesse che vedete nel video. Se ci sono dubbi o domande, chiedeteci tutto quello che volete nei commenti e sul blog e noi risponderemo a tutti i vostri quesiti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *