Realtà grafica 3D, dal 2016 la pubblicità in strada sarà tridimensionale

Nel 2016, la pubblicità in strada si presenterà in 3D perché sarà applicata a speciali cartelloni tridimensionali. Piazze, strade e luoghi pubblici saranno luoghi di innovazione grafica e interattiva, i futuri cartelloni della pubblicità 3D saranno dotati anche di speciale collegamento Bluetooth in grado di inviarci informazioni sui nostri dispositivi mobili accesi.

È una di quelle immagini tipiche dei pellicole cinematografiche futuristiche, il cartellone con il personaggio che ti chiama “eih, guarda che cosa ti propongo”. A quanto pare, quella che una volta si poteva definire fantascienza tra un anno sarà reale quotidianità, con la tecnologia siamo andati molto avanti e l’elaborazione grafica 3D è ormai un’innovazione pienamente gestibile grazie ad una particolare tecnologia chiamata Trixel.

675573326_thl

Quando parliamo di realtà grafica 3D a noi viene in mente il cinema con gli appositi occhiali e anche alcuni giochi virtuali. Ebbene i futuri cartelloni pubblicitari tridimensionali non necessiteranno di occhiali appositi, saranno visibile ad occhio nudo grazie ad una composta di punti formati da una luce laser e uno specchietto mobile.

La nuova pubblicità stradale tridimensionale è stata descritta dalla rivista Optics Express e nasce dalla collaborazione fra il Politecnico di Vienna e la start-up austriaca TriLite. La rivista specializzata spiega nel dettaglio la nuova tipologia di grafica pubblicitaria, in sostanza un sistema di laser orientati in più dimensioni in modo capillare, un effetto ottico percepito dall’occhio nudo come immagine di movimento. La tecnologia dei cartelloni 3d si chiama Trixel (3D-Pixel), ossia ‘punti’ formati da una luce laser e uno specchietto mobile. “Lo specchio fa confluire i raggi laser attraverso il campo visivo, da sinistra a destra” ha spiegato Ulrich Schmid, uno dei responsabili del progetto, “e mentre si è in movimento l’intensità del laser cambia in modo che diversi laser flash vengono inviati in diverse direzioni”.

Visto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *