Semetric e Musimetric, il nuovo acquisto di Apple per la musica

Apple ha acquisito Semetric, una società britannica specializzata in statistiche avanzate per la musica con l’obiettivo di migliorare Beats.

Musimetric di Semetric è un servizio che misura la popolarità dei brani e degli artisti sul web, crea delle classifiche in base ai commenti, alle discussioni, al numeri di ascolti e alle ricerche effettuate. L’accordo per Semetric sembra sia stato concluso ad ottobre 2014 quando si parlava già dell’integrazione di Beats con iTunes per l’ascolto di musica streaming, evidentemente questa nuova acquisizione, nominata solo come evento ma non conosciuta nei dettagli è sfuggita al popolo della rete e dei media impegnati a cercare ogni giorno anticipazioni e rumor.

1421849570_applicaz

Musicmetric è stato lanciato da Semetric nel 2008, con le sue analisi il servizio mette in risalto i dati delle vendite della musica, i grafici relativi allo streaming, analizza le attività sulle reti peer to peer e analizza le recensioni e i commenti su blog, social network e Youtube. Inoltre, oltre a misurare la popolarità dei brani e degli artisti sul web è in grado di stabilire il numero degli ascolti e quanto un brano viene piratato. Semetric applica un lavoro di analisi simile anche per settori come televisione, film, libri elettrinici e videogiochi.

iTunes da tempo vive una crisi con il comparire di servizi simi di acquisto e ascolto e visione in streaming, per questo Apple da tempo sta studiando delle strategie per correre ai ripari soprattutto nell’ambito musicale. Ha deciso di puntare sull’ascolto in streaming usando la realtà che ha acquistato l’anno scorso, ovvero Beats Music che non è solo legata alle cuffie ultramoderne ma anche ad un apparato di riproduzione musicale conosciuto. Il settore dello streaming musicale da una parte cresce rispetto ai servizi di acquisto musica e così da molto tempo si parla di unire Beats ad iTunes per creare un servizio di ascolto radio e musica streaming, una nuova opportunità anche per gli artisti emergenti.

Apple necessita di un sistema di monitoraggio dati ampio e flessibile per costruire al meglio una strategia di lancio e gestione dei contenuti per far sì che il suo futuro servizio iTunes Beats Streaming possa competere al meglio con servizi già attivi da tempo e di successo come Spotify.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *