Twitter in Turchia: richiesta la riduzione degli accessi

Tempi duri per gli utenti Twitter in Turchia. Infatti, così come indicato da numerose testate d’Oltreoceano, sembra che il governo turco abbia richiesto di ridurre l’accesso al social network dopo che su di esso erano comparsi i riferimenti ad un’indagine segreta del Governo stesso.

 

Twitter in Turchia

Così come indicato dal New York Times, sembra che l’accesso a Twitter in Turchia abbia visto una richiesta di riduzione dopo che una delle corti del Paese ha indicato come i media non possano pubblicare documenti relativi alle operazioni dell’agenzia di Intelligence Turca. E se in generale i social si sono adattati alle richieste, BirGun ha continuato a pubblicare su Twitter aggiornamenti in merito alle operazioni militari in corso.

E se Twitter ha eliminato alcuni post offensivi che erano stati scritti dal giornale turco, tra i quali si trovavano anche delle immagini, non avrebbe provveduto a bloccare l’account di BirGun, così come richiesto dal Governo turco.

Ma Twitter in Turchia ha già ricevuto nel passato delle richieste di blocco, come nel marzo del 2014, quando sul social network sono apparsi i link ad un filmato di YouTube che vedeva delle accuse riferite alla corruzione presente nel governo del primo ministro Recep Tayyip Erdogan.

In quel caso i cittadini turchi riuscirono comunque ad aggirare il divieto, ad esempio inviando i propri tweet tramite sms. Ma ora bisognerà capire come finirà questa storia e quale sarà la sorte attuale di Twitter in Turchia.

 

 
Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *