Confronto tra gli assistenti vocali: Siri vs Cortana vs Google Now!

Benvenuti amici di Mobile Os , oggi andremo ad analizzare i tre principali assistenti vocali presenti sui vostri dispositivi: Siri vs Cortana  vs Google Now! Ormai ogni giorno siamo abituati a utilizzare i nostri dispositivi per le cose più disparati, dai semplici messaggi o chiamate, all’uso come navigatori, per ascoltare musica o per fare foto ed anche per giocare e per far girare tutta una seria di applicazioni che più ci aggradano. Questo è ciò che la maggior parte di noi fa con uno smarthpone , phablet o tablet che sia.

Siri-vs-Cortana-vs-Google-Now (1) definitivo

Ultimamente nei tre maggiori sistemi operativi, sono stati introdotti alcuni assistenti vocali che facilitano l’uso del dispositivo in modo davvero smart e intelligente. Questi assistenti vocali infatti, grazie ad una voce sono in grado di interagire con il cliente in modo tale da effettuare numerosi azioni quando l’utente non riesce a farle in maniera appropriata. Basti pensare ai numerosi incidenti che avvengono per una distrazione alla guida, oppure quando ci si trova su strade particolarmente affollate e si utilizza lo smartphone per messaggiare; bene in tutti questi casi sarebbe molto più comodo utilizzare un assistente vocale per aiutarci o per lo meno per impedire spiacevoli incontinenti.

Cortana-Vs-Siri-Vs-Google-Now definitivo

Nel corso degli anni i tre assistenti che si sono particolarmente distinti sono sicuramente Siri, Google Now e ultimamente stiamo imparando a conoscere Cortana. Siri è disponibili già da tempo sui dispositivi iOS, dove l’azienda di Cupertino ha lavorato molto per permettere un integrazione completa e facilmente accessibile, a tutti gli utenti della mela morsicata. Google Now invece è una novità introdotta da Google ormai da anni nel suo sistema operativo Android; in principio l’app permetteva di ricercare all’interno del telefono app e giochi mentre con i vari aggiornamenti ( prima Google Now mente adesso Google ) l’omonima applicazione ha fatto sicuramente passi da gigante. Infine abbiamo Cortana , presente sui dispositivi Windows che abbiamo conosciuto in maniera più importante nell’ultima presentazione di Windows 10 e che sarà disponibile a breve sulla maggior parte degli smartrphone e tablet Windows Phone.

Per dovere di cronaca segnaliamo anche S-Voice , l’assistente vocale di Samsung che fu presentato con il Samsung Galaxy S3 e che si prometteva di offrire un esperienza migliore di Siri, ma per questa prova ometteremo proprio S-Voice perchè si tratta per lo più di un assistente limitato alla cerchia dei dispositivi Samsung, che sebbene rappresenti la maggior parte degli smartphone in commercio, non è paragonabile a Google Now. Infatti quest’ultimo può sostituire in maniera egregia proprio S-Voice nelle sue funzioni, inoltre è possibile installarlo su tutti gli smartphone e tablet anche di marche diverse da Samsung, quindi per una miglior comparazione utilizziamo Google Now.

lp definitivo

In questa comparazione tra Siri vs Cortana vs Google Now andremo ad analizzare il comportamenti dei tre assistenti vocali , nel loro utilizzo più immediato, ovvero alla risposta di una domanda. Vedremo come si comportano anche in lingue diverse come Inglese, Italiano, Francese, Tedesco, Mandarino ecc…insomma le lingue più diffuse nel mondo. Ad ogni risposta corretta l’assistente vocale riceverà 1 punto, ad ogni risposta parzialmente corretta riceverà 0.5 punti mentre ad ogni risposta errata non riceverà nessun punto. Il test è stato effettuato chiedendo alle app 18 domande diverse, da due importanti testate giornalistiche e ve lo riproponiamo con i risultati alla mano. Per quanto riguarda l’inglese, dunque la lingua più conosciuta a livello mondiale Siri ha raggiunto un punteggio di 14.5/18;seguita da Cortana 12.5/18 e da Google Now 11.5/18. Siri ha inoltre duplicato il vantaggio su Cortana per quanto riguarda l’italiano, mentre risponde relative bene l’assistente di Android; in ultimo vediamo come si comportano con il mandarino la lingua più parlata a livello mondiale; bene Siri si riconferma campione sbaragliando la concorrenza.

Altre prove sono state fatte utilizzando la ricerca Web e l’accuratezza nella risposta: Siri ha raggiunto un massimo del 76% seguito da Google Now con il 46% e in ultimo Cortana fermo al 42%. Risultati alla mano l’assistente vocale di iOS si dimostra nettamente superiore non tanto per l’inglese, ma per la sua capacità di risponde in molte lingue diverse ed avere un accuratezza migliore. Questo non significa che si superiore agli altri ma semplicemente  Siri ha una miglior interazione con l’utente. I dati sono puramente indicativi e non vogliono ne ledere qualcuno ne creare disguidi.

fonte

1 commento

RSS Feed
  1. gianni

    Siri è disponibili già da tempo…Google Now invece è una novità introdotta da Google ormai da anni.. ad “una novità da anni” ho interrotto la lettura…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *