Lettura di Impronte Digitali con un Nuovo Sensore Samsung Galaxy S6

Lettura di Impronte Digitali con un Nuovo Sensore Samsung Galaxy S6! L’operatore T-Mobile ha pubblicato un’interessante immagine riguardante il nuovo Samsung Galaxy S6 Edge, una foto parzialmente velata, modificata proprio con un velo sul progetto definitivo dell’azienda coreana.

Un esame più attento dell’immagine fa apparire un ulteriore particolare molto interessante: il pulsante Home nel prossimo top di gamma Samsung sembra essere nettamente diverso da serie delle ultime tre generazioni di Galaxy S e molto probabilmente sarà identico su entrambe le versioni.

sensore samsung galaxy s6

Sull’immagine visualizzata la struttura dell’elemento è molto simile ai primi smartphone di Samsung della Serie Galaxy S, vale a dire il Galaxy S e il Galaxy S2, probabilmente questo cambiamento è dovuto all’introduzione del lettore di impronte digitali sull’anteriore del dispositivo.

Quindi il pulsante Home così grande potrebbe servire come base per l’ipotesi sull’utilizzo di una tecnologia di riconoscimento delle impronte digitali e quindi sull’introduzione di un nuovo sensore Samsung Galaxy S6, sensibile al tatto. Una soluzione simile si trova nello smartphone cinese Meizu MX4 Pro, in cui tale pulsante funziona come un grande e anche come una sorta di trackpad; questa modifica potrebbe riguardare anche il fatto che l’azienda coreana ha in programma una distribuzione su larga scala di un proprio sistema di pagamento basato sulla tecnologia LoopPay, staremo a vedere cosa succederà a Barcellona il 1° Marzo durante la presentazione dei due nuovi dispositivi.

s6_mx4pro2 (1)

Adesso andiamo a ricapitolare brevemente le principali caratteristiche tecniche del Samsung Galaxy S6 e S6 Edge, troveremo un pannello (piatto nella versione classica, altrimenti curvo) da 5,1 pollici Super AMOLED con risoluzione di 1440 x 2560 (576 ppi), 3GB di RAM, 32 GB di memoria interna, 20 megapixel per la fotocamera posteriore e 5 megapixel per la camera frontale adatta per i Selfie.

fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *