Pen touch Surface Pro, Microsoft e l’acquisto di N-Trig

Pen touch Surface Pro. Microsoft si prepara alla produzione delle nuove penne digitali e degli schermi touch, infatti è stato riportato da Calcalist che è il quotidiano finanziario di Tel Aviv la rilevazione di N-Trig, società israeliana del settore produttivo appena citato.

Microsoft ha acquisito N-Trig per una cifra di 200 milioni di dollari, riporta sempre Calcalist. 190 dipendenti dell’azienda passeranno a Microsoft Israel intregrandosi ad un nuovo centro di ricerca s viluppo creato da Microsoft nel Paese. N-trig era stata valutata 75 milioni di dollari nell’ultima tornata di investimenti realizzata circa un anno fa. Microsoft controlla già il 6,1% del capitale dell’azienda, che oltre a essere partner di Redmond (le sue penne digitali sono integrate nei Surface Pro 3 di Microsoft), vanta clienti come Sony, Fujitsu, Hp e Lenovo.

content_small_Screenshot.389568.1000000

La Pen Touch e il display ultratouch saranno due caratteristiche fondamentali del futuro Surface Pro. Durante la presentazione di Microsoft, avevamo visto il nuovo intendere dell’uso del pennino, addirittura erano state mostrate le immagini della scrittura e del disegno in aria che crea grazie ad immagini olografiche la figura in Tre D. Ma abbiamo avuto anche la possibilità di sentire l’opinione diretta del Ceo di Microsoft, Satya Nadella che in una recente intervista ha dichiarato che la penna era uno strumento da mettere nei musei perché la scrittura oggi è solo touchscreen.

Questo sicuramente, è vero però il controllo con la mano non è per tutti preciso e regolare, così avere uno strumento a punta che aiuta a delineare meglio linee e scrittura risulta essere utile. Quello che cambierà sarà il rapporto con la carta forse e a questo punto anche con lo spazio, visto che il progetto di Microsoft è quello di creare uno strumento che permetta di disegnare nello spazio più che sulla superficie e a questo punto ci si chiede se questo nuovo team aggiunto lavorerà sul collegamento Bluetooth o NFC dei futuri dispositivi.

Fonte: Stampa e WJS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *