Project Ara al MWC 2015 a Barcellona!

Project Ara, da molto si parla del progetto che finalmente potrebbe portare una ventata di aria fresca nel mondo degli smartphone con i dispositivi modulari, ovvero dispositivi che potranno essere assemblati quasi in ogni sua componente da noi.
Le ultime indiscrezioni parlano di una possibile partecipazione del Project Ara al MWC di Barcellona che avrà luogo il mese prossimo. Proprio alla fiera ispanica dovrebbero essere presentate circa una cinquantina di componenti modulari. Probabilmente non tutti questi componenti potranno essere utilizzati, ma comunque potrebbe essere questa l’occasione per mettere da vicino le mani su quello che Project Ara dovrebbe essere una volta arrivato a piena maturazione.
Project Ara, nel dettaglio, permetterà agli utenti di aggiornare:
  • Fotocamera
  • RAM
  • GPU
  • componenti video

url windows 10 smartphone

E questo non è tutto, infatti col passare del tempo anche nuovi componenti potranno essere aggiornati dagli utenti, semplicemente sostituendo, ad esempio, la vecchia fotocamera con una nuova più performante.

Buone notizie in questa direzione sono arrivate nella giornata di Mercoledì, quando Toshiba ha annunciato di aver stretto una partneship con Gujarat chipmaker e Infochips per produrre chip per i dispositivi che entreranno a far parte del Project Ara. Inoltre Toshiba conferma che l’azienda ha progettato due differenti versioni del telefono modulare, Spiral One e Spiral Two.

Punto forte di Project Ara sono anche i costi con cui tali dispositivi saranno immessi sul mercato, si parla di una cifra che parte da 50$, per giungere ad un massimo di 500$, comunque, continua Kazi di Toshiba, si lavora per tentare di mantenere i prezzi in una fascia ragionevole per qualsiasi tipologia di clientela. Ricordiamo che lo scorso Settembre è arrivata la conferma che tutti i componenti, fatta eccezione per la batteria, il display e la Cpu saranno hot-swappable, ovvero potranno essere sostituiti anche a dispositivo avviato.

Google è ovviamente molto presa da Project Ara e spera di portarlo a termine il prima possibile, restate sulle nostre pagine per maggiori informazioni!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *