App di Android ancora a rischio Freak

Si chiama Freak ed è il “bug” che nel recente passato ha terrorizzato gli utenti di Android. Ma chi pensava che il pericolo fosse scampato, si sbaglia di grosso.

freak

Secondo i dati diffusi dai ricercatori di Fire Eye molte app sono ancora vulnerabili al bug. Sono state oltre 11.000 le app analizzate dagli studiosi. Ebbene sul “campione” studiato dagli esperti sono oltre un migliaio (1228 con esattezza) quelle che sono ancora completamente vulnerabili a Freak.

Tra le oltre mille e duecento applicazioni quasi la metà di esse, 664, sfruttano librerie OpenSSL mentre 554 utilizzano librerie proprie. Situazione completamente diversa per quanto riguarda i dispositivi iOS. Molti e significativi sono stati i provvedimenti del colosso di Cupertino per preservare gli utenti, l’ultimo dei quali, ha riguardato il rilascio di un fix che ha permesso di abbattere notevolmente il numero di app in pericolo (da oltre settecento alle sette attuali).

Freak è in grado di minacciare sia le app sia i sistemi operativi. Lo stesso Chrome di Android è dotato di un patch che lo rende praticamente inattaccabile,  a differenza dell’intero sistema operativo Android che più volte in passato ha mostrato tutta la sua debolezza nei confronti degli attacchi esterni. Un nuovo fix è stato sviluppato anche da Google che ha annunciato, durante le scorse settimane, di volerlo passare anche ai propri partner, ma i tempi di impiego si annunciano ancora lunghi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *