Apple e Foxconn uniti per la vendita di iPhone

Apple ha pensato di unirsi a Foxconn per offrire ai clienti cinesi il sistema di permutare il loro vecchio modello di iPhone ed ottenere uno sconto sull’acquisto di un nuovissimo modello. Il progetto partirà all’interno degli Apple Stores cinesi il 31 marzo, e il ruolo di Foxconn è quello di acquistare gli iPhones usati per poi rivenderli.

apple-store-cina

I responsabili degli Apple Stores controlleranno le condizioni degli iPhone usati per determinare l’importo da detrarre sull’acquisto del nuovo dispositivo e, nel caso si riesca a raggiungere un accordo, Foxconn acquisterà i cellulari usati direttamente dai clienti, senza che Apple intervenga come proprietario.

Foxconn provvederà a riparare i cellulari usati per rivenderli tramite i propri siti di e-commerce eFeihu e FLNet, tramite Alibaba Taobao e per distribuirli attraverso i rivenditori locali, cercando in futuro di organizzare l’intero processo di rivendita con una procedura online.

Con il nuovo modello di iPhone dello scorso anno, le vendite per Apple in Cina sono salite del 42%, conquistando il 12,3% del mercato cinese degli smartphones, superate solo da Xiaomi. Secondo i ricercatori di Canalys, nel quarto trimestre 2014 Apple ha raggiunto il primo posto tra i produttori di smartphone in Cina, un risultato inatteso considerando che il nuovo iPhone costa il doppio dei suoi concorrenti.

Del resto, Tim Cook, CEO di Apple, aveva già previsto in passato il potenziale mercato offerto dalla Cina, e oggi Apple ha intenzione di raddoppiare il numero degli Apple Stores per la metà del 2016.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *