Huawei svela il futuro delle comunicazioni al MWC 2015 con “MirrorSys”

Huawei svela il futuro delle comunicazioni al MWC 2015 con “MirrorSys”, un sistema di comunicazione a tutto campo!

Barcellona, 2 marzo 2015 (comunicato stampa) – Huawei introduce al Mobile World Congress (MWC) 2015 il concetto di “Full Field Communication”, svelando un prototipo chiamato MirrorSys. Questo sistema è progettato per superare i limiti della percezione umana visiva e uditiva attraverso un sistema di comunicazione di grandi dimensioni, ad alta definizione, per la condivisione in tempo reale. MirrorSys è in grado di riprodurre luci, suoni e atmosfera di un determinato ambiente. Il prototipo presenta un display da 220 pollici di diagonale senza soluzione di continuità con una risoluzione che corrisponde all’acuità visiva umana a una distanza di 2,4 metri.

mirrorsys

Il dottor James “Bo” Begole, Direttore del Huawei Media Technologies Lab, ha commentato: “Oggi anche i sistemi di telepresenza di più alta qualità hanno una visione del mondo fissa e limitata che non corrisponde all’ampia percezione umana del nostro ambiente reale. Il nostro obiettivo è superare questa limitatezza. Huawei Full Field Communication trasporta attraverso la rete tutte le informazioni da un ambiente all’altro, creando un vero e proprio riflesso digitale che riproduce luoghi, suoni e impressioni percepiti dalle persone. La comunicazione immersiva del futuro offrirà una sensazione realistica come se si fosse presenti nella realtà remota”.

Huawei offrirà ai visitatori del suo stand al MWC2015 una demo del prototipo di MirrorSys attraverso un display a parete che proietta immagini a grandezza naturale e riproduce i suoni nello spazio. Ai visitatori della soluzione sembrerà semplicemente di vedere una stanza ben progettata senza notare che uno schermo MirrorSys è posto in sostituzione di una delle pareti. Subito dopo l’ingresso nello spazio, la stanza comincerà a trasformarsi in uno dei 5 ambienti preconfigurati, mentre l’audio surround perfettamente diffuso farà sentire i visitatori parte della realtà remota.

“In futuro saremo in grado di godere di paesaggi esotici inviatici in modalità wireless dalle fotocamere dei nostri amici, di vivere eventi sportivi in ​​diretta dal campo con atleti di livello mondiale o di fare shopping virtuale nelle boutique più esclusive del mondo. Tecnici altamente specializzati saranno in grado di riparare da remoto macchinari complessi, grandi chirurghi potranno eseguire operazioni delicate a distanza, e persone residenti in aree geografiche remote potranno accedere opportunità esclusive di istruzione, lavoro e divertimento”, ha commentato il dottor Begole.

Il prototipo iniziale di MirrorSys è dotato di display 8K a ultra alta definizione con angolo di visione di 110 gradi, e campo sonoro a 22.2 canali audio con una latenza impercettibile. Mirrorsys trasmette chiaramente tutte le informazioni a un terminale remoto, offrendo al pubblico un’esperienza audiovisiva estremamente coinvolgente. Inoltre l’architettura estendibile del sistema consente una più alta risoluzione dell’immagine e angoli di visione più ampi.

In futuro le persone, le cose e i luoghi saranno collegati tramite dispositivi per la condivisione in tempo reale, stimolando lo sviluppo delle reti di comunicazione con ampia larghezza di banda e bassa latenza attraverso un gran numero di connessioni. Allo stesso tempo, crescerà la domanda di capacità di calcolo e di stoccaggio superiori.

“Questo è un nuovo punto di partenza per le esperienze di comunicazione multimediale del futuro. Presto, la comunicazione a distanza zero diventerà comune, arricchendo la vita delle persone”, ha aggiunto Begole.

Il Huawei Media Technologies Lab è dedicato allo sviluppo della “Full Field Communication” per offrire una forma di comunicazione senza precedenti. Il laboratorio si concentra sulla ricerca e l’innovazione per catturare, trasmettere e rappresentare un campo panoramico di luce e suono, insieme a tecnologie correlate come la compressione dei dati ad alta efficienza. In collaborazione con i partner del settore e le università, il laboratorio promuove il progresso e lo sviluppo di tecnologie e standard per la costruzione di un ecosistema aperto e vantaggioso per i suoi utenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *