Nexus 5, Google stoppa ufficialmente le vendite

Nexus 5 esce ufficialmente di scena. La notizia era nell’aria e chiaccherata da qualche mese, sebbene soltanto da pochissime ore abbia ottenuto tutti i crismi della certezza. Secondo quanto riportato dalla redazione di The Verge, un portavoce di Google ha confermato che lo smarphone non è più disponibile all’acquisto, fattispecie, quest’ultima, corroborata dal messaggio netto ed inequivocabile (“Il prodotto Nexus 5 non è più in vendita”, si legge testualmente) presente all’interno del Google Store Italiano, recentemente oggetto, tra le altre cose, di un restyling grafico oltre che di nome.

Nexus 5

Una mossa, quella di Google, che potremmo anche legger tra le righe come volta ad accrescere le vendite del nuovo phablet di Mountain View, il Motorola Nexus 6 presentato lo scorso Ottobre congiuntamente al tablet da 8.9 pollici realizzato da HTC. Si cala dunque il sipario per quanto concerne le vendite di Nexus 5, che per inciso potrete ancora trovare all’interno dei maggiori e-commerce italiani, tra i quali Amazon Italia. Lo ricorderemo certamente come lo smartphone dalle caratteristiche top di gamma presentato alla metà del prezzo (349 euro) dei suoi rivali, capace di portare in dote l’esperienza pregnante di Android stock impreziosita da un hardware conforme ai flagship del 2013. A conti fatti, Nexus 5 è, congiuntamente al suo predecessore Nexus 4, il device a firma Google che ha raccolto maggiormente i consensi di utenti e critica in luogo del suo rapporto qualità-prezzo.

Anche se, ad onor di cronaca, non è tutto oro ciò che luccica: come non ricordare alcuni punti deboli, tra i quali spicca l’autonomia, l’utilizzo di materiali non proprio nobili e la fotocamera; tutte caratteristiche che fanno da contraltare ai punti forti di Nexus 5, quali processore (Qualcomm Snapdragon 800), RAM (2 gigabyte) e display (5 pollici Full-HD), oltre che velocità d’esecuzione e longevità di aggiornamenti difficilmente raggiungibili da qualsiasi altro smartphone contrassegnato dal robottino verde Android. Insomma, un prodotto certamente riuscito e che rimarrà impresso nella storia dei recenti Nexus, con la speranza che Google possa nel prosieguo prender in prestito tutte quelle features che ci hanno fatto apprezzare Nexus 5.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *