Samsung investe 14 milioni di dollari in nuova tecnologia

Che Samsung sia sempre attenta nel cercare di proporre qualcosa di particolare ed innovativo lo si era già capito in occasione dello scorso IFA, allorchè il colosso coreano ha affiancato al più classico Note 4 una versione del tutto insolita ed impreziosita dalla presenza di un display curvo ai lati del device. Uno scenario puntualmente replicato durante il Mobile World Congress di Barcellona appena trascorso, là dove la variante “Edge”, inaugurata e circoscritta dapprincipio al sopra menzionato phablet, è stata estesa anche al nuovissimo Samsung Galaxy S6.

Samsung Galaxy note Edge.

Ma le novità potrebbero certamente non fermarsi qui. L’ultimo audit di Samsung ha sciorinato alcuni dettagli di non poco rilievo. Nella sequela di dati presentati non possono non farsi menzione le spese di ricerca e di sviluppo, contraddistinti da una valore di ben 13.8 miliardi di dollari. A conti fatti, una cifra che replica per tre volte gli investimenti che Apple dedica a tale fronte. L’investimento maggiormente esoso di denaro ha tuttavia toccato vari campi cui Samsung è impegnata, quali processori (si veda l’Exynos 7420, il primo a processo produttivo a 14mn), memorie e display AMOLED flessibili, là dove Samsung Galaxy S6 Flat ed Edge hanno certamente mostrato i frutti del lavoro occorso dal brand coreano.

I 13.8 miliardi di dollari dedicati al campo “Ricerca e Sviluppo” rappresentano il 7.4% del totale di vendite di Samsung, in aumento del 3.7% rispetto all’anno precedente, malgrado l’azienda abbia registrato un 10% in meno delle vendite complessive. Vedremo se gli investimenti prodotti da Samsung in tal fronte porteranno nel lungo periodo a qualcosa di ancor più innovativo. D’altronde, l’assaggio messo in mostra con i nuovi Galaxy S6 ha prodotto valutazioni positive da parte degli utenti, contraccambiate dall’auspicio da parte di Samsung di vender bene e tanto i suoi nuovi prodotti.

FONTE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *