Snapdragon 620, meno “surriscaldamento” di Snapdragon 615

Il maggiore problema che attanaglia alcuni CPU di marca Snapdragon è senza dubbio l’eccessiva temperatura. Una problematica davvero grave che ha messo in seria difficoltà i produttori di smartphone che hanno dovuto ricorrere a specifiche modifiche per evitare che i loro device si riscaldassero eccessivamente.

snapdragon

E’ sotto sforzo che i processori aumentano notevolmente la loro temperatura, tanto da surriscaldare l’intero dispositivo che in alcuni casi diventa davvero difficile da impugnare. Ma forse la casa madre ha messo in campo le dovute modifiche e quindi potremo a breve conoscere un nuovo modello che non presenta questa problema.

Si tratta di Snapdragon 620 che confrontato con il proprio predecessore, Snapdragon 615, ha mostrato una temperatura notevolmente inferiore. I dati sono stati pubblicati dalla stessa azienda americana produttrice dei chip: la Qualcomm, che, mostrando i dati della temperatura di entrambi i Soc, ha voluto controbattere alle tante critiche che dipingevano l’azienda come incapace di produrre dispositivi che sapessero gestire la temperatura esterna, in situazioni di “sforzo”.

Ora bisognerà aspettare il debutto del Soc sui vari dispositivi a breve lanciati sul mercato per verificare gli effettivi miglioramenti. Il test è stato realizzato mettendo a confronto i due Soc e sottoponendoli ad alcuni minuti di “sforzo” cioè di utilizzo di giochi. Snapdragon 620 mostra una maggiore stabilità nelle temperature, con un picco di 46 gradi, ma una maggiore capacità di stabilizzazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *